ARGO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.0/10 (8 votes cast)
05_argo

di: B. Affleck con: B. Affleck B. Cranston
Durata 120 min
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30

MARTEDI’ 12 NOVEMBRE 2013

Nel 1979, in seguito alla fuga negli Stati Uniti dello Scià iraniano Mohammad Reza Pahlavi durante la rivoluzione di Khomeini, l’ambasciata americana di Teheran fu presa d’assalto dai rivoluzionari e i suoi impiegati sequestrati per 444 giorni. Il 4 novembre, un gruppo di militanti entra nell’Ambasciata USA e porta via 52 ostaggi. In mezzo al caos, sei cittadini statunitensi riescono a fuggire e si rifugiano a casa dell’Ambasciatore del Canada. Ben sapendo che si tratta solo di questione di tempo prima che i sei vengano rintracciati e molto probabilmente uccisi, Tony Mendez (lo stesso regista Ben Affleck), un agente della CIA specialista in azioni d’infiltrazione, mette in piedi un piano rischioso per farli scappare dal paese: fingere che facciano parte di una troupe cinematografica in Iran per girare l’ennesimo film di fantascienza. Tony, con l’aiuto di due cinici aiutanti, il produttore hollywoodiano Lester Siegel (Alan Arkin) e il costumista e truccatore John Chambers (John Goodman), immagina di dover girare un film, una brutta copia di “Star Wars“, ambientato in Iran e intitolato appunto ARGO


Download scheda di approfondimento

  Argo (658,5 KiB, 471 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

IL LATO POSITIVO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.4/10 (7 votes cast)
04_illatopositivo

di: D. O. Russell con: B. Cooper
R. De Niro – Durata 117 min
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30

MARTEDI’ 5 NOVEMBRE 2013

Pat Solatano (un sensibile Bradley Cooper), ex insegnante di storia delle scuole superiori, esce dopo otto mesi da una clinica psichiatrica per aver picchiato l’amante della moglie. Ora Pat soffre di una sindrome bipolare (per il dizionario: “disturbo psichico caratterizzato dal repentino alternarsi di stati depressivi ad altri di iperattivismo e di euforia”) ed ha una sola idea in mente: rimettersi in forma e riconquistare la moglie Nikki, alla quale non può legalmente avvicinarsi. Rifiutando l’idea che la loro sia una separazione definitiva, Pat trascorre i giorni nell’attesa febbrile della riconciliazione cercando di diventare l’uomo che la moglie ha sempre desiderato. Nel frattempo torna in casa con i suoi genitori: la protettiva madre Dolores (Jacki Weaver), e il padre Pat senior (uno splendido Robert De Niro, che ritrova finalmente la voglia di recitare), un uomo che ha perso il lavoro, si è dato alle scommesse, e vive di football, manie e riti scaramantici. La già precaria autodisciplina di Pat viene sconvolta dall’incontro con Tiffany (Jennifer Lawrence), giovane vedova con una recente storia di dipendenza da sesso e psicofarmaci. Tiffany si offre di aiutarlo a riallacciare i rapporti con la sua ex, purché Pat le faccia da partner in un bizzarro concorso di danza…


Download scheda di approfondimento

  Il lato positivo (138,2 KiB, 443 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

QUARTET

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.0/10 (6 votes cast)
02_quartet

di: D. Hoffman con: M. Smith A. Finney. Durata 98 min
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30

MARTEDI’ 22 OTTOBRE 2013

Senza troppe pretese o velleità stilistiche, Dustin Hoffman si lascia cullare dagli interpreti di questa bellissima e commovente storia che a sua volta prende spunto da un documentario del 1984 di Daniel Schmid, intitolato “Il bacio di Tosca”, che raccontava di come il grande compositore italiano avesse fondato (nel lontano 1896) a Milano una casa di riposo ed accoglienza per musicisti e cantanti anziani che non avevano avuto troppa fortuna nella vita o non erano stati in grado di salvaguardare il loro denaro per assicurarsi un dignitoso ‘terzo atto’.

Una sontuosa dimora georgiana, isolata in un magnifico parco del Buckinghamshire, ospita Beecham House, casa di riposo per musicisti e cantanti. Ogni anno, in occasione dell’anniversario della nascita di Giuseppe Verdi (che cade proprio il 10 Ottobre e di cui quest’anno festeggiamo il bicentenario, n.d.c.), gli ospiti organizzano un galà e si esibiscono di fronte ad un pubblico pagante per sostenere Beecham e scongiurarne la chiusura. Ma ecco che la routine di alcuni ospiti, Reginald (Tom Courtenay), Wilfred (Bill Connolly) e Cecily (Pauline Collins) viene sconvolta dall’arrivo a pensione di Jean Horton (Maggie Smith), elemento mancante e artista di punta del loro leggendario quartetto, nonché ex moglie di Reginald. Ai 4 artisti, di cui si ricorda uno storico Rigoletto, viene richiesto di esibirsi di nuovo insieme nel famoso concertato “Bella figlia dell’amore”. Dodici erano state le chiamate in scena quando Jean (Gilda), soprano, Reginald (il Duca), tenore, Will (Rigoletto), baritono, Cissy (Maddalena), contralto, avevano cantato insieme lo stupefacente quartetto del terzo atto dell’opera verdiana. Il problema è che Reginald non ha mai perdonato a Jean di averlo abbandonato dopo nove ore di matrimonio, per inseguire la carriera e altri mariti; Will esorcizza la vecchiaia con la mania del sesso; Cissy sta scivolando nella demenza e Jean teme di distruggere la sua fama di indimenticata Gilda. La vita li ha separati, ma la musica, la voglia di rimettersi alla prova, li riunisce …


Download scheda di approfondimento

  Quartet (109,8 KiB, 399 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube