LA FAVORITA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

IRLANDA, GRAN BRETAGNA, 2018
Regia:Yorgos Lanthimos
Interpreti: Olivia Colman, Emma Stone, Rachel Weisz Orario: (*)
Storico. Durata 119 min.

LUNEDI’ 03 GIUGNO

Siamo nell’Inghilterra di inizio ‘700 e viene messa in scena una vibrante lotta per il potere. Tre donne per un trono: la regina Anna (l’ultima degli Stuart) al centro, le sue due “cortigiane” che le girano intorno. La regina Anna (Olivia Colman) è una creatura fragile, dalla salute precaria e il temperamento capriccioso. Facile alle lusinghe e sensibile ai piaceri della carne, si lascia pesantemente influenzare dalle persone a lei più vicine, anche in tema di politica internazionale. Il principale ascendente su di lei è esercitato da Lady Sarah (Rachel Weisz), astuta nobildonna dal carattere di ferro, con un’agenda politica ben precisa: portare avanti la guerra in corso contro la Francia per negoziare da un punto di forza – anche a costo di raddoppiare le tasse sui sudditi del Regno. Il più diretto rivale di Lady Sarah è l’ambizioso politico Robert Harley (Nicholas Hoult), che farebbe qualunque cosa pur di accaparrarsi i favori della regina. Ma non sarà lui a contendere a Lady Sarah il ruolo di Favorita: giunge infatti a corte Abigail Masham (Emma Stone), lontana parente di Lady Sarah, molto più in basso nel sistema di caste inglese. Quel che non manca ad Abigail però sono la bellezza e l’istinto di sopravvivenza, sviluppato in decenni di abusi e prepotenze subìte. Quale delle due donne riuscirà ad insediarsi per sempre come Favorita della regina… ?


Download scheda di approfondimento

  La Favorita (90,0 KiB, 34 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

QUANTO BASTA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

ITA., 2018

Regia: Francesco Falaschi
Interpreti: Vinicio Marchioni, Valeria Solarino, Luigi Fedele
Commedia. Durata 92 min.

LUNEDI’ 27 MAGGIO

Arturo (Vinicio Marchioni) è un cuoco stellato caduto in disgrazia a causa del suo carattere iroso e collerico, incline a cedere a distruttivi attacchi di rabbia distruttiva, che gli ha fruttato un arresto per percosse e lesioni aggravate. Pieno di astio e rancore, Arturo è un uomo profondamente infelice, incapace di realizzare i suoi progetti. La pena alternativa che gli è stata comminata è quella di insegnare a cucinare ad un gruppetto di ragazzi autistici affidati ai servizi sociali e supervisionati dalla bella psicologa Anna (Valeria Solarino). Nel gruppetto spicca Guido (Luigi Fedele, era il padre adolescente di “Piuma”), un ragazzo con Sindrome di Asperger, una condizione che gli rende difficoltoso creare un rapporto con le altre persone. Guido ha un talento innato per l’alta cucina, è un aspirante chef, dotato di quello che Arturo definisce “il palato assoluto”, e chiede ad Arturo di fargli da tutor per un concorso culinario: uno di quelli che lo chef odia e che hanno partorito fenomeni mediatici come il suo acerrimo rivale, il “simil-Cracco” Daniel Marinari (Nicola Siri). Riusciranno Arturo e Guido ad aiutarsi a vicenda a superare i rispettivi limiti comportamentali…?


Download scheda di approfondimento

  Quanto basta (97,1 KiB, 36 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

MOSCHETTIERI DEL RE – LA PENULTIMA MISSIONE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

ITALIA, 2018
Regia: Giovanni Veronesi
Interpreti: PierFrancesco Favino, Rocco Papaleo,Valerio Mastandrea Orario: (*)
Commedia. Durata 109 min.

LUNEDI’ 20 MAGGIO

1650 (o suppergiù). Dopo trent’anni di onorata attività al servizio della casa reale i quattro moschettieri hanno abbandonato il moschetto e sono invecchiati: D’Artagnan (Pierfrancesco Favino) fa il guardiano di porci e ha il gomito dello spadaccino; Athos (Rocco Papaleo) si diletta con incontri erotici bisex ma ha un braccio arrugginito e un alluce valgo; Aramis (Sergio Rubini) fa l’abate in un monastero e non tocca più le armi; e Porthos (Valerio Mastandrea), dimagrito e depresso (ma lui precisa: “triste e infelice”), è schiavo dell’oppio e del vino. Ciò nonostante quando la regina Anna d’Austria (Margherita Buy), che governa una Francia devastata dalle guerre di religione al posto del dissennato figlio Luigi XIV (Marco Todisco), li convoca per affidare loro un’ultima missione (anzi, la penultima missione recita il sottotitolo, perché gli eroi non muoiono mai) per contrastare i malefici piani del cardinal Mazzarino (Alessandro Haber), che si accanisce contro gli ugonotti di Francia, i moschettieri risalgono a cavallo, di nuovo tutti per uno, e uno per tutti …


Oggi è un gran giorno per il Cineclub La Dolce Vita.

La grande notizia è che MARCO TODISCO, che nel film interpreta il giovane sovrano Luigi XIV, il futuro Re Sole, sarà presente dalle ore 20 nella Sala Medium del Cinema Multisala Moderno di Anzio,  Con lui il Cineclub La Dolce Vita parlerà di cosa significa entrare nel mondo dello spettacolo a 8 anni. A quell’età risale la prima apparizione di Marco Todisco in TV, nella serie televisiva “I Cesaroni”. Poi, a 11 anni, esordisce al Cinema con il Film “Questione di cuore”, Regia di Francesca Archibugi.
Gli orari degli Spettacoli sono i consueti: 16,15 ~ 18,15~ 20,15.

L’intervento di Marco Todisco è previsto alle ore 20. Vi aspettiAMO! 


Download scheda di approfondimento

  Moschettieri del re (219,5 KiB, 46 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

LA DISEDUCAZIONE DI CAMERON POST

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

U.S.A., 2018
Regia: Desiree Akhavan
Interpreti: Chloe Grace Moretz, John Gallagher jr Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15
Sentimentale. Durata 91 min.

LUNEDI’ 13 MAGGIO

Pennsylvania, 1993. Cameron Post (Chlöe Grace Moretz) ha sedici anni e ha le idee chiare sul proprio orientamento sessuale: a un ballo scolastico, dopo le foto di rito con il suo fidanzato, si chiude in macchina con la sua migliore amica per un incontro d’amore. Sfortunatamente le due vengono scoperte e Cameron, orfana per un incidente di entrambi i genitori, è spedita dai suoi tutori in una comunità – il God’s Promise Camp – un centro religioso di riabilitazione dalle regole ferree gestita da fondamentalisti cristiani pronti a estirpare la tendenza a qualsiasi atto peccaminoso “contro natura”. La routine giornaliera al Campo è fatta di canti rivolti all’Altissimo, intonati da Rick (John Gallagher Jr.), una sorta di capo scout, armato di chitarra e buone intenzioni, che è a sua volta un omosessuale “diseducato” con un passato da cancellare; e sedute di autoanalisi (o, meglio, di auto-denigrazione) tenute dalla psicologa Lydia (Jennifer Ehle) ossessionata dalla missione di guarire quelle anime cadute nel peccato. Per fortuna Cameron trova sponda nella frequentazione di due ribelli nel cui sguardo non addomesticato specchia la propria individualità …


Download scheda di approfondimento

  La diseducazione di Cameron Post (233,5 KiB, 45 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

GREEN BOOK

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

U.S.A., 2018
Regia: Peter Farrelly
Interpreti:Viggo Mortensen, Mahershala Ali.
Orario: 16,15 – 19,00. 
Commedia.
Durata 130 min.

LUNEDI’ 6 MAGGIO

GREEN BOOK sarà proiettato Lunedì 6 maggio, nell’ambito della 28^ edizione della Rassegna “Invito al cinema”, in sostituzione del Film “In guerra” previsto per questa giornata e sostituito per cause non dipendenti dalla volontà del Cineclub “La dolce vita”. La proiezione ha luogo presso il Cinema Moderno Multisala di Anzio, eccezionalmente agli orari: 16,15 – 19,00, a causa della superiore durata del Film (130 minuti).

New York City, 1962. Tony Vallelonga (Viggo Mortensen), detto Tony Lip, fa il buttafuori al Copacabana, ma il locale deve chiudere per due mesi a causa dei lavori di ristrutturazione. Tony ha moglie e due figli, e deve trovare il modo di sbarcare il lunario per quei due mesi. L’occasione buona si presenta nella forma del dottor Donald Shirley (Mahershala Ali), un musicista che sta per partire per un tour di concerti con il suo trio, attraverso gli Stati del Sud, dall’Iowa al Mississipi. Peccato che Shirley sia afroamericano, in un’epoca in cui la pelle nera non era benvenuta, soprattutto nel Sud degli Stati Uniti. E che Tony, italoamericano cresciuto con l’idea che i neri siano “inferiori”, abbia sviluppato verso di loro una buona dose di razzismo. Il musicista nero è istruito, parla molte lingue, veste come un damerino e non sopporta volgarità e bassezze, mentre Tony Lip è ignorante, parla con un pesante accento del Bronx costellato di espressioni pseudoitaliane, mangia sempre fast food con le mani e, con quelle mani, mena volentieri. Anche per questo Tony è l’uomo giusto per accompagnare il raffinato musicista di colore e risolvere, a modo suo, i tanti problemi che l’improbabile duo incontrerà lungo il cammino .…


Download scheda di approfondimento

  Green Book (154,5 KiB, 47 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube