“GIOVANI AUTORI CRESCONO” – 12^ EDIZIONE

12GAC_OK_2DA MARTEDI’ 26 MAGGIO 2015 INIZIA LA 12° EDIZIONE DELLA RASSEGNA
GIOVANI AUTORI CRESCONO” – NUOVI REGISTI DEL CINEMA ITALIANO” ORGANIZZATA DAL CINECLUB “LA DOLCE VITA
IN COLLABORAZIONE CON LA F.I.C.C. – CENTRO REGIONALE DEL LAZIO.

LINK ALLA PAGINA DI PRESENTAZIONE

Quest’anno la Rassegna raddoppia: otto film, quattro di registi esordienti assoluti, due al secondo film, altrettanti al terzo film. Scommettere sui giovani significa puntare su chi farà di tutto, anche l’impossibile, per rendere il nostro Paese migliore. Deve averlo pensato anche il regista siciliano Giuseppe Tornatore quando girò, quasi esordiente, il suo famosissimo film NUOVO CINEMA PARADISO che il 26 marzo 1990 (25 anni fa) conquistava il Premio Oscar come Miglior Film straniero.

Proprio con la riproposizione della versione integrale di NUOVO CINEMA PARADISO (mai vista al cinema e in tv, durata 173 minuti) inizia Martedì 26 maggio (ATTENZIONE, CI SIAMO SPOSTATI AL MARTEDI’) GIOVANI AUTORI CRESCONO” – NUOVI REGISTI DEL CINEMA ITALIANO, sperando che sia di buon augurio per i registi esordienti che ne fanno parte.

Trailer
Immagine anteprima YouTube

MAI COSÌ VICINI

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Regia: Rob Reiner (IT 2014) con: Michael Douglas, Diane Keaton Orari: 18,30 - 20,30 comm. 94m.

Regia: Rob Reiner (IT 2014) con: Michael Douglas, Diane Keaton Orari: 18,30 – 20,30 comm. 94m.

LUNEDI’ 18 MAGGIO 2015

MAI COSÌ VICINI sarà proiettato Lunedì 18 maggio presso il Cinema Moderno Multisala di Anzio, agli orari: 18,30 – 20,30 e conclude la 24^ edizione della Rassegna cinematografica Invito al cinema. Ma il Cineclub “La dolce vita” è subito pronto a ripartire. La stagione prosegue, da Martedì 26 maggio, con la 12^ edizione di “Giovani Autori crescono – Nuovi registi del cinema italiano”, esordi, seconde e terze opere di giovani (più o meno) promesse del nuovo cinema italiano. Vi daremo maggiori informazioni la prossima settimana…!

Oren Little (Michael Douglas) è il miglior agente immobiliare della contea di Fairfield, nel Connecticut. Forse sarebbe meglio dire “era”, perché la crisi mondiale ha colpito pesantemente anche la sua attività. Non riesce più a chiudere una vendita, i soldi scarseggiano, e così decide di mettere sul mercato anche la sua lussuosa villa, divenuta ormai troppo grande e troppo vuota dopo la morte di sua moglie, ma è difficile trovare un compratore al prezzo che si è prefissato. In attesa di concludere quella vendita e trasferirsi nel Vermont, Oren risiede in un appartamento pieno di scatoloni nel piccolo complesso residenziale sulla costa che è di sua proprietà, e ha affittato gli appartamenti attigui ad un gruppetto di vicini che non ne possono più del suo caratteraccio. Scontroso, sboccato, irritante, sarcastico, cinico e incurante del prossimo, Oren prova gusto a maltrattare chi gli sta accanto. Fra i vicini c’è Leah (Diane Keaton), il cui intento è avere successo come cantante nei nightclub, dove si esibisce con l’affettuoso pianista Artie (lo stesso regista Rob Reiner), ma purtroppo finisce sempre per parlare del defunto marito prima di scoppiare a piangere. Un giorno il problematico figlio di Oren, Luke (Scott Shepherd), con un passato di tossicodipendente, con il quale Oren non ha rapporti da tempo, si presenta all’improvviso a casa per lasciargli Sarah (Sterling Jerins), nipotina di nove anni di cui Oren non sapeva neppure l’esistenza. Incapace di prendersi cura della bambina, la affida alla risoluta ed amabile vicina di casa Leah e cerca di tornare alla sua monotona quotidianità. Riuscirà la gentilezza di Leah a fare breccia nella corazza di quell’uomo scorbutico e politically incorrect, il cui complimento migliore per lei è: “Ho venduto case molto più vecchie di te, e in condizioni peggiori” riuscendo a frantumargli quell’armatura da uomo cinico e odioso?….


Download scheda di approfondimento

  Mai cos vicini (275,4 KiB, 224 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

IL GIOVANE FAVOLOSO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (2 votes cast)
Regia: Mario Martone (IT 2014) con: Elio Germano, Michele Riondino Orari: 17,00 – 19,30 dramm. 137m.

Regia: Mario Martone (IT 2014) con: Elio Germano, Michele Riondino Orari: 17,00 – 19,30 dramm. 137m.

LUNEDI’ 11 MAGGIO 2015
Orari: 17,00 – 19,30

Primi anni del 1800. Giacomo (un formidabile Elio Germano) è il primogenito di Monaldo (Massimo Popolizio) e Adelaide Antici (Raffaella Giordano), conti di Recanati. Insieme al fratello Carlo (Edoardo Natoli) e alla sorella Paolina (Isabella Ragonese), i tre bambini vengono, sin dalla giovane età, indottrinati dall’amorevole figura paterna allo studio all’interno della loro casa arredata da migliaia di libri. Giacomo non può uscire di casa: costretto a osservare il mondo dalla finestra, seduto al piccolo scrittoio e tormentato da malattie che ne mineranno fin da giovanissimo la salute, il poeta sogna di fuggire da Recanati. Fuori dalle alte mura della città, il mondo sta cambiando, pervaso dall’Illuminismo, sferzato dai moti rivoluzionari e Giacomo cerca disperatamente contatti con l’esterno, arrivando a tentare la fuga, mentre scrive capolavori come A Silvia, La sera del dì di festa o L’infinito


Download scheda di approfondimento

  Il giovane favoloso (245,5 KiB, 225 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

LOCKE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.0/10 (2 votes cast)
Regia: Steven Knight (GB/USA 2013) con: Tom Hardy, Olivia Colman Orari: 16,15 – 18,15 - 20,15 dramm. 85m.

Regia: Steven Knight (GB/USA 2013) con: Tom Hardy, Olivia Colman Orari: 16,15 – 18,15 – 20,15 dramm. 85m.

LUNEDI’ 4 MAGGIO 2015

Ivan Locke (Tom Hardy, doppiato in italiano dall’attore Fabrizio Pucci) è un uomo tranquillo, con una famiglia, una casa, un buon lavoro. È un costruttore di edifici, all’alba di domani dovrebbe sovrintendere ad una colata di calcestruzzo che getterà le fondamenta di un grattacielo di 55 piani. I suoi capi hanno incaricato lui perché per anni è stato un lavoratore impeccabile, il migliore. Ora é sera, la sua macchina è ferma a un semaforo appena fuori Birmingham. Qualche secondo – o un tempo interminabile – e Ivan, invece di andare a casa dalla moglie Katrina (Ruth Wilson), che ama ricambiato, e dai due suoi figli che non vedono l’ora del suo ritorno per vedere la partita, si dirige verso Londra. Da adesso in poi, in tempo reale, si verificheranno le conseguenze di questa decisione, scandite da una serie indefinita di telefonate. Al cellulare, macinando chilometri da Birmingham a Londra, spiega, consola, rivela, distrugge, istruisce. Dall’altra parte dell’auricolare ci sono sua moglie, i due figli, la donna di un’avventura di una notte, Bethan (Olivia Colman), con cui lui ha passato, ubriaco e quasi controvoglia, un’unica notte, Garreth, il capo furioso, e Donal, l’operaio polacco al quale Ivan ha affidato la delicata gestione di ogni preparativo in sua assenza. Che uomo sia Ivan Locke lo capiamo un pò alla volta. Quando i suoi occhi brillano dicendo al suo aiutante che con quell’edificio “ruberemo un pezzo di cielo”, quando al suo capo (Bastard nella rubrica telefonica) che gli urla perché non si è dato malato risponde che malato non è, quando non riesce a ripetere a suo figlio che gli vuole bene, quando un caposquadra polacco gli manda a dire che è il miglior uomo in Inghilterra. Frasi, gesti, espressioni che raccontano l’uomo più della sua esplicita scelta morale. Bethan, la sola donna con cui ha mai tradito sua moglie, è in ospedale, in procinto di partorire il loro bambino. Non vuole essere d’intralcio alla sua vita ma, avendo superato i 40 anni, desidera diventare madre. Ivan decide di andare a Londra per assistere al parto, vuole assumersi le sue responsabilità anche se ciò significa perdere il lavoro e sfasciare il suo matrimonio…


Download scheda di approfondimento

  Locke (245,3 KiB, 213 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

PATRIA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/10 (1 vote cast)
Regia: Felice Farina (IT 2014) con: Francesco Pannofino, Roberto Citran Orari: 16,15 – 18,15 - 20,15 dramm. 90m.

Regia: Felice Farina (IT 2014) con: Francesco Pannofino, Roberto Citran Orari: 16,15 – 18,15 – 20,15 dramm. 90m.

LUNEDI’ 27 APRILE 2015

Torino 2010. La fabbrica chiude e licenzia, l’ennesima nella città. Addio posti di lavoro, addio identità, addio certezze. Salvatore Brogna (Francesco Pannofino), operaio siciliano trapiantato a Torino, sale sulla torre più alta della sua fabbrica quando l’azienda annuncia la chiusura e il licenziamento in tronco dei dipendenti, per protesta o forse solo per rabbia cieca, minacciando di buttarsi giù se non arriva la tv a intervistarlo. Giorgio Bettenello (Roberto Citran), rappresentante sindacale di carattere e fede politica del tutto opposti, arriva per impedire che si butti di sotto, e finisce per diventarne ostaggio. Salvo é un uomo della destra sociale; Giorgio é un comunista che rimpiange Berlinguer; entrambi sono accomunati dalla disperazione non solo per aver perso il proprio posto di lavoro, ma anche per lo stato in cui il lavoro si è ridotto, negli anni della crisi. Su niente sono d’accordo, tranne sul fatto d’essere vittime di classi dirigenti irresponsabili e spesso criminali. Entrambi in qualche modo addebitano la colpa del presente allo sfacelo politico ed etico degli anni precedenti, a cominciare da quel 1978 in cui Moro fu assassinato. A loro due si affianca il custode della fabbrica, Luca Ottolenghi (Carlo Giuseppe Gabardini) ipovedente, autistico, che Salvo soprannomina “assunzione obbligatoria”, ma coraggioso e determinato ad arrivare eroicamente in cima alla torre. Nell’arco di una notte, tra la generale indifferenza dei dirigenti, delle forze dell’ordine, degli organi di informazione, questi tre punti di vista così diversi sul mondo ripercorrono gli ultimi trent’anni della vita del Paese, gli anni che li hanno portati su quella torre pericolosa. Anni di occasioni sprecate, di speranze tradite, di crimini e stragi, di ribaltoni e giochi di potere. Rimane il semplice buon senso di tre uomini senza alcun potere, appesi in cima ad una torre, che aspettano qualcuno, chiunque, mentre senza accorgersene costruiscono un’amicizia…


Download scheda di approfondimento

  Patria (222,5 KiB, 199 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube