POSTO OCCUPATO – 2016

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

posto_occupato

Presso il Cinema Moderno multisala di Anzio si è celebrato un pomeriggio di lutto collettivo in memoria delle 70 donne che, a tutt’oggi, nel corso del 2016, hanno perso la vita per mano dell’uomo con il quale avevano una relazione.

La rassegna “Invito al cinema”, la manifestazione culturale più longeva del territorio, che ha da poco festeggiato il “quarto di secolo” di attività, ha aderito all’iniziativa “Posto occupato”. Un gesto concreto in memoria di tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di queste, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società. “Abbiamo lasciato dei posti occupati al Cinema Moderno” – dicono Eros Razzano, Gianmatteo Piersanti e Francesca Tammone – che proseguono – “lo abbiamo fatto affinchè la loro morte violenta non sia solo una triste notizia di routine sui media”. L’iniziativa serve a sensibilizzare le persone e combattere la violenza contro le donne. Nella serata si sono ricordate varie storie: quelle di Sara Di Pietrantonio, Federica De Luca, Debora Fuso, Giada Agresi, Michela Baldo, e tutte le altre.

Sono solo alcune delle donne che hanno perso la vita per mano dell’uomo che diceva di amarle. É il nostro piccolissimo contributo alla Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne del 25 novembre.

 

LA VITA POSSIBILE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
ITALIA, 2016 Regia: Ivano De Matteo Interpreti: Margherita Buy, Valeria Golino Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15 Drammatico. Durata 107 min.

ITALIA, 2016 Regia: Ivano De Matteo Interpreti: Margherita Buy, Valeria Golino Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15 Drammatico. Durata 107 min.

LUNEDI’ 21 NOVEMBRE 2016

Vittima dell’ennesimo atto di brutalità da parte del marito, Anna (Margherita Buy) abbandona la sua abitazione insieme al figlio tredicenne Valerio (Andrea Pittorino) che ha assistito ai maltrattamenti e, senza lasciare tracce, sale su un treno da Roma a Torino per sfuggire a un marito violento che la tormenta, e che le denunce e le diffide non sono riuscite a tenere a bada. La donna si rifugia a Torino nel piccolo appartamento della cara amica Carla (Valeria Golino), single e attrice appassionata ma di scarsa fortuna, assai generosa nell’accogliere a braccia aperte l’amica in difficoltà. A Torino Anna trova lavoro in un’impresa di pulizie e una vita sicura per sé e per suo figlio, ma Valerio patisce la lontananza dal padre e dagli amici romani e cerca di alleviare la propria solitudine accompagnandosi a due stranieri (come lui): Larissa (Caterina Shulha), una prostituta ucraina che potrebbe essere sua sorella maggiore e Mathieu (Bruno Todeschini), un ristoratore francese ex calciatore che vive nel quartiere. Riusciranno Anna e Valerio a trovare la forza per ricominciare e riprendere in mano la loro vita…?


Download scheda di approfondimento

  La vita possibile (315,4 KiB, 162 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

LA VITA È FACILE AD OCCHI CHIUSI

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
SPAGNA, 2014 Regia: David Trueba Interpreti: Javier Càmara, Natalia de Molina Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15 Commedia. Durata 108 min.

SPAGNA, 2014 Regia: David Trueba Interpreti: Javier Càmara, Natalia de Molina Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15 Commedia. Durata 108 min.

LUNEDI’ 14 NOVEMBRE 2016

LA VITA È FACILE AD OCCHI CHIUSI è la traduzione di un verso della celebre canzone dei Beatles Strawberry Fields Forever (“Life is easy with eyes closed”, “la vita è semplice con gli occhi chiusi”) composta da Lennon proprio mentre si trovava ad Almería, conosciuta anche come la Terra delle fragole.

Spagna, 1966. Il “generalissimo” Francisco Franco è ancora saldamente al potere. John Lennon sta girando un film nel Paese e comincia a pensare di lasciare i Beatles. Il professor Antonio (Javier Càmara) invece i Beatles li adora, e usa le loro canzoni per insegnare l’inglese ai suoi allievi, un gesto innocente quanto rivoluzionario in un paese arretrato e oscurantista che tira su ancora i bambini a schiaffi. Senza pensarci due volte, Antonio intraprende un lungo viaggio in macchina (una Fiat 850) per incontrare e conoscere il proprio idolo. Durante il percorso offre un passaggio a Belén (Natalia de Molina), una ragazza incinta che è scappata dall’istituto in cui è stata rinchiusa, e Juanjo (Francesc Colomer), un sedicenne scappato di casa perché non sopporta più la rigidità educativa del padre poliziotto. Ciascuno per una ragione diversa, ciascuno con le proprie speranze, i tre condivideranno un tratto di strada e un pezzo di vita, legandosi gli uni agli altri in un’amicizia che non potranno più dimenticare…


Download scheda di approfondimento

  La vita è facile ad occhi chiusi (172,6 KiB, 140 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

IL PONTE DELLE SPIE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
U.S.A. , 2015 Regia: Steven Spielberg Interpreti: Tom Hanks, Amy Ryan Orario: 16,15 – 19,00 – 21,30 Drammatico. Durata 140 min.

U.S.A. , 2015 Regia: Steven Spielberg Interpreti: Tom Hanks, Amy Ryan Orario: 16,15 – 19,00 – 21,30 Drammatico. Durata 140 min.

LUNEDI’ 07 NOVEMBRE 2016

Brooklyn, 1957. Rudolf Abel (Mark Rylance), pittore di ritratti e di paesaggi, viene arrestato con l’accusa di essere una spia sovietica. La democrazia impone che venga processato, nonostante il regime di guerra fredda ne faccia un nemico certo e terribile. Deve essere una processo breve, per ribadire i principi costituzionali americani, così la scelta dell’avvocato cade su James B. Donovan (Tom Hanks), uomo di origini irlandesi, specializzato in cause assicurative, convinto giurista e, soprattutto, “uomo tutto d’un pezzo”. Donovan prende sul serio la difesa di Abel, attirandosi l’incomprensione (se non il disprezzo) di sua moglie, del Giudice e dell’opinione pubblica intera. Intanto un aereo spia americano viene abbattuto dai sovietici e il tenente Francis Gary Powers (Austin Stowell) viene fatto prigioniero in Russia. Si profila la possibilità di uno “scambio” e la CIA incarica lo stesso Donovan di gestire il delicatissimo negoziato tra USA, URSS e DDR, proprio nella Berlino ancora ferita dai bombardamenti e “fresca” del Muro appena costruito nel 1961. Proprio in quella città, nel frattempo, è stato arrestato anche un giovane studente americano. Donovan si ostina nel tentativo di portare avanti il negoziato per liberare entrambi i prigionieri, non soltanto il pilota, ben più caro alle autorità americane di quanto non lo sia lo studente…


Download scheda di approfondimento

  Il ponte delle spie (251,4 KiB, 165 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

Festa del Cinema di Roma

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Lunedì 31 ottobre la Rassegna Invito al Cinema “salta un giro”. Con grande gioia di coloro che amano i week-end lunghi e i “ponti” (praticamente tutti, o quasi) quel giorno è prefestivo (il giorno dopo è il Primo Novembre, Festa di Ognissanti). La proiezione del Cineclub La Dolce Vita slitta a Lunedì 7 Novembre, giorno in cui verrà presentato il Film “IL PONTE DELLE SPIE” del Regista Steven Spielberg (il titolo, per quanto riguardo la faccenda dei “ponti” è assolutamente una coincidenza). La scelta per quel preciso giorno è piuttosto legata all’anniversario della caduta del Muro di Berlino (9 novembre) e alla vigilia delle prossime elezioni americane, che vedono contrapposti la democratica Hillary Clinton e il repubblicano Donald Trump.

festa-del-cinema_romaOggi raccontiamo piuttosto l’11^ edizione della Festa del Cinema, che si è tenuta a Roma dal 13 al 23 ottobre e a cui il Cineclub La Dolce Vita ha partecipato come ospite. Un’edizione, la seconda curata come Direttore artistico dallo scrittore e docente universitario Antonio Monda, che quest’anno si è contraddistinta per gli Incontri con i Personaggi più amati dal Pubblico. Per gli Attori erano presenti personalità internazionali del calibro di Tom Hanks e Meryl Streep. Hanno tenuto master class, molto seguite dagli appassionati, i Registi Bernardo Bertolucci, Oliver Stone e David Mamet. Hanno parlato del loro rapporto con il Cinema artisti affermati come Paolo Conte, Renzo Arbore, Lorenzo “Jovanotti” Cherubini.

L’11^ Edizione della Festa del Cinema ha confermato le sue linee-guida: Continue reading »