LE COSE BELLE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.5/10 (2 votes cast)
Regia: Agostino Ferrente, Giovanni Piperno (IT 2013) con: Fabio, Enzo, Adele e Silvana Orari: 16,15 – 18,15 – 20,15 docum. 88m.

Regia: Agostino Ferrente, Giovanni Piperno (IT 2013) con: Fabio, Enzo, Adele e Silvana Orari: 16,15 – 18,15 – 20,15 docum. 88m.

LUNEDI’ 13 APRILE 2015

LE COSE BELLE racconta la fatica e la bellezza di crescere al Sud, attraverso le storie di quattro ragazzi visti in due momenti fondamentali delle loro esistenze: la prima giovinezza nella Napoli piena di speranza del 1999 (allora in piena, apparente, rinascita con la gestione Bassolino) e l’inizio dell’età adulta, in quella paralizzata di oggi.

1999, Napoli. Due registi, Agostino Ferrente (“L’Orchestra di Piazza Vittorio”, 2006) e Giovanni Piperno (“Il pezzo mancante, 2010), entrambi con un passato nel documentario, sia al cinema sia in televisione, realizzano per Rai Tre il documentario “Intervista a mia madre”, mettendo davanti alla macchina da presa quattro adolescenti tra i 12 e i 14 anni, Fabio, Enzo, Adele e Silvana, e il loro interrogativo, vecchio come il mondo: “Che ne sarà di noi?”. Ragazzi dalla vita difficile che chiedevano alla società che i loro sogni per il futuro diventassero reali; ragazzi ribelli e giocosi perché sentivano di potersi prendere una vita da vivere a pieno. Nel 2009, dieci anni dopo, i due registi sono tornati a filmare i loro protagonisti, seguendoli nell’arco di 4 anni e verificando quanto le loro speranze siano state deluse, in una quotidianità fatta di casa e lavoro, in una Napoli degradata non solo perché sporca ma perché insensibile, indolente, imprigionata, come le vite dei protagonisti. I quattro vivono in una sorta di eterno presente, dove nessun sogno dell’adolescenza è stato esaudito. Hanno lavori precari e vivono situazioni familiari difficili; alla rabbia sana dell’infanzia è subentrata la rassegnazione. Sono ragazzi già invecchiati, che sono stati costretti a seppellire ogni ambizione; appassiti ancora prima di sbocciare, i protagonisti si arrangiano alla meglio dentro famiglie che da nutrici si sono trasformate in matrigne, addossando sulle spalle dei propri figli la responsabilità della loro sussistenza. Eppure non hanno perso il coraggio e la dignità con cui affrontano la vita e cercano nella quotidianità “le cose belle”, nonostante tutto…


Download scheda di approfondimento

  Le cose belle (252,5 KiB, 245 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

LE COSE BELLE, 8.5 out of 10 based on 2 ratings

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.