Un film di Kirill Serebrennikov.
Con Ekaterina Ermishina, Alyona Mikhailova, Odin Lund Biron, Nikita Elenev.
Biografico,
Durata 143 min.
Russia, Francia, Svizzera 2022.
VM 14

MARTEDÌ 12 DICEMBRE 2023

Il film racconta la discesa agli inferi e il delirio amoroso, quasi mistico, di Antonina Ivanovna, moglie del compositore e aspirante musicista ella stessa – ribelle e anarchica fino all’annullamento di sé – incapace di accettare la fine del matrimonio e l’omosessualità di lui. Tchaikovsky è un artista libero e libertino, sfuggente e bohémien, che sceglie di sposarsi per interesse e per placare le dicerie sul suo conto. La loro è una relazione senza passione né desiderio; un amore unilaterale e distruttivo che si addentra nei sentieri oscuri dell’ossessione e dell’alienazione mentale. Serebrennikov svela il sessismo e la grettezza culturale di un mondo chiuso e asfittico in cui le donne, proprietà degli uomini, hanno ben poca possibilità di emanciparsi e restano ostaggio di una società puritana e patriarcale. In questo contesto, Tchaikovsky non è solo il sommo musicista che tutti conosciamo; essere sua moglie diventa il modo eclatante in cui Antonina rivendica i suoi diritti e assume una dignità in una società che queste cose le rifiuta. Se quello di Antonina è un inferno di umiliazioni segnato da un’ottusa negazione, è proprio quell’irragionevole attaccamento verso l’uomo a conferirle la forza d’animo necessaria a perseverare nella sua battaglia, è quella cecità a farne un’eroina tragica capace di rivendicare la sua distanza dalla condizione subalterna cui il sesso femminile è confinato nella Russia del tempo.

Orari 16:30, 20:00 a causa della superiore durata del film (143 minuti).


Leggi la scheda completa:

  La moglie di Tchaikovsky (138,4 KiB, 14 hits)

Di admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.