L’INSULTO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
LIBANO, 2017 Regia: Ziad Doueiri Interpreti:Adel Karam, Kamel El Basha Drammatico. Durata 110 min. Orario: 18,15 – 20,15

LIBANO, 2017 Regia: Ziad Doueiri Interpreti:Adel Karam, Kamel El Basha Drammatico. Durata 110 min. Orario: 18,15 – 20,15

LUNEDI’ 28 MAGGIO

Beirut, oggi. Yasser (Kamel El Basha) è un profugo palestinese e un capocantiere scrupoloso; Tony (Adel Karam) è un libanese meccanico, militante nella destra cristiana. Un tubo rotto, un battibecco e un insulto sproporzionato, pronunciato da Toni in un momento di rabbia, innescano una spirale di azioni e reazioni che si riflettono sulle vite private di entrambi. Il litigio, nato da un banale incidente, porta in tribunale Toni e Yasser. La semplice questione privata tra i due si trasforma in un conflitto di proporzioni incredibili, diventando poco a poco un caso nazionale, un regolamento di conti tra culture e religioni diverse con colpi di scena inaspettati. Al processo, oltre agli avvocati e ai familiari, si schierano due fazioni opposte di un paese che riscopre in quell’occasione ferite mai curate e rivelazioni scioccanti, facendo riaffiorare così un passato che è sempre presente. con conseguenze drammatiche, e si rivela tutt’altro che una questione privata …


Download scheda di approfondimento

  L'insulto (488,0 KiB, 39 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

E ORA DOVE ANDIAMO?

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.5/10 (2 votes cast)

LIBANO / FRANCIA, 2011
Regia: Nadine Labaki
Interpreti: Nadine Labaki, Claude Msawbaa
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30
Commedia. Durata 110 m.

MARTEDI’ 5 MARZO 2013

In un villaggio libanese, isolato dal mondo a causa di un ponte impraticabile e delle mine antiuomo inesplose che ne delimitano i confini, la piccola comunità è divisa tra musulmani e cristiani. Se gli uomini sono spesso pronti alla rissa tra opposte fazioni, le donne, tra cui spiccano le figure di Amale (la stessa Nadine Labaki), Takla (Leyla Fouad), Yvonne e Afaf sono invece solidali nel cercare di distogliere mariti e figli dal desiderio di trasformare i pregiudizi in violenza. Unite da una causa comune, l’impensabile amicizia tra queste donne supera tutti i punti di contrasto religiosi e, grazie alla loro straordinaria inventiva, mettono in atto dei piani esilaranti, cercando di distrarre gli uomini del villaggio. Espandi/Comprimi...»


Download scheda di approfondimento

  E ora dove andiamo? (179,0 KiB, 513 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

Non tralasciano alcun mezzo in questa loro missione, compreso far piangere sangue a una statua della Madonna o far arrivare in paese delle ballerine da avanspettacolo dell’Europa dell’Est, affinché i maschi siano attratti da loro più che dal ricorso alle armi. Si arriva però, nonostante tutto, a un punto di tensione tale in cui ogni tentativo di pacificazione sembra inutile … Powered by Hackadelic Sliding Notes 1.6.5