LIBERE, DISOBBEDIENTI, INNAMORATE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
ISRAELE/FRANCIA, 2017 Regia: Maysaloun Hamoud Interpreti: Sana Jammelieh, Shaden Kanboura Drammatico. Durata 96 min. Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15

ISRAELE/FRANCIA, 2017
Regia: Maysaloun Hamoud
Interpreti: Sana Jammelieh, Shaden Kanboura
Drammatico. Durata 96 min.
Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15

LUNEDI’ 05 MARZO

opera prima della Regista israeliana Maysaloun Hamoud, 37 anni, nata a Budapest e cresciuta a DurHana, un villaggio in Israele, con un padre comunista innamorato della poesia araba. Le libere (fino a un certo punto), disobbedienti (ma con un prezzo da pagare) e innamorate (ma non fortunate in amore) del titolo italiano si chiamano Layla, Salma e Noor, tre ragazze molto diverse tra loro ma accomunate dall’esigenza di rendersi indipendenti ed emancipate nel contesto di una cultura che le vorrebbe sottomesse, senza aspirazioni e dedite soltanto alla famiglia. Le tre condividono un appartamento a Tel Aviv, al riparo dallo sguardo della società araba patriarcale, tra notti insonni, locali affollati, musica, bevute, balli e spinelli. Layla (Mouna Hawa) è un’avvocata penalista, disinibita e sicura di sé, che preferisce la solitudine al fidanzato, che si rivela presto ottuso e conservatore, Salma (Sana Jammelieh) è una DJ stigmatizzata dalla famiglia cristiana per la sua omosessualità, Noor (Shaden Kanboura) è una studentessa musulmana osservante che sta per laurearsi in informatica, fidanzata a Wissam, fanatico religioso che non apprezza l’emancipazione delle coinquiline della futura sposa. Ostinate e ribelli, Layla, Salma e Noor faranno fronte comune contro le discriminazioni …


Download scheda di approfondimento

  Libere, disobbedienti, innamorate (547,4 KiB, 46 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

UNA SETTIMANA E UN GIORNO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
ISRAELE, 2016 Regia: REGIA: Asaph Polonsky ATTORI: Shai Avivi, Jenya Dodina, Tomer Kapon Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15 DURATA: 98 Min

ISRAELE, 2016 Regia: REGIA: Asaph Polonsky
ATTORI: Shai Avivi, Jenya Dodina, Tomer Kapon
Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15
DURATA: 98 Min

LUNEDI’ 13 NOVEMBRE

Quest’anno il Cineclub “La Dolce Vita” non è fortunato con la piccola distribuzione indipendente. LUNEDÌ 13 novembre era in programma “Orecchie”, del Regista Alessandro Aronadio, ma purtroppo il Film non è più disponibile. Così lo abbiamo sostituito con un Film in Prima Visione, molto lodato dalla critica cinematografica, UNA SETTIMANA E UN GIORNO, opera prima del Regista israeliano Asaph Polonsky. Un film delicato che affronta con il sorriso una vicenda di per sé tragica. Una commedia indiscutibilmente impregnata di umorismo ebraico stralunato e surreale, che sa amalgamare dolore e ironia, commuovendo, appassionando, divertendo e spiazzando lo spettatore.

UNA SETTIMANA E UN GIORNO nasce dal desiderio di raccontare cosa accade il giorno dopo in cui termina la Shiv’ah, la settimana di lutto ebraica. Eyal (Shai Avivi), un commerciante, e Vicky (Jenya Dodina), un’insegnante, hanno appena perso il figlio Ronnie, musicista, malato di cancro. Al termine della Shiv’ah, si ritrovano soli in una casa troppo grande e silenziosa, a dover affrontare il loro dolore. Ognuno dei due, nel giorno successivo, deve fare i conti con il ritorno a una normalità impossibile, fatta di accumulo di silenzi, spazi vuoti, ore. Eyal passa una giornata imprevista con Zooler (Tomer Kapon), simpatico e strambo figlio dei vicini di casa con cui ha tagliato i ponti da anni, tra sessioni di chitarra invisibile, interventi immaginari per rimuovere tumori e corse al cimitero…


Download scheda di approfondimento

  Una settimana e un giorno (149,7 KiB, 63 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

Miral

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (2 votes cast)

GRAN BRETAGNA, ISRAELE, 2010 Regia: Julian Schnabel Interpreti: Freida Pinto, Hiam Abbass Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30 Drammatico. Durata 102 m.

GIOVEDI’ 10 MARZO 2011

Da piccola, Miral viene accolta presso l’orfanatrofio dove sono ospitati i bambini palestinesi rimasti senza genitori. Cresce senza rendersi conto della lotta tra il suo popolo e Israele fino a quando, diciassettenne, inizia ad insegnare nei campi profughi … La storia di tre generazioni di donne le cui vite si intrecciano nella ricerca della giustizia e della riconciliazione sullo sfondo del conflitto mediorientale L’autobiografia della giornalista italo- palestinese Rula Jeabral, filmata dal regista/pittore ebreo americano Julian Schnabel.

 


Download scheda di approfondimento

  Miral (153,1 KiB, 580 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

Il giardino dei limoni

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.2/10 (9 votes cast)

Giovedì 04/02/10

Salma, una vedova pale- stinese di un villaggio della Cisgiordania, scopre che il suo nuovo vicino dicasa è il ministro della difesa israelia- no. Quando, per ragioni di sicurezza, le viene intimato di abbattere quel giardi- no che rappresenta le sue radici e il suo sostentamento, porta la causa in tribunale. Dal regista de “La sposa siriana”, una storia emozionante sul coraggio di una donna in lotta per la libertà. Premio del pubblico a Berlino 2008.

ISRAELE/GERMANIA, 2008
Regia: Eran Riklis Interpreti: Hiam Abbass, Ali Suliman
Orario: 18,30 – 20,30 – 22,30
Drammatico. Durata 106 m.