SMETTO QUANDO VOGLIO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.5/10 (2 votes cast)

 

orari: 18,00 –20,15 – 22,30

orari: 18,00 –20,15 – 22,30

MARTEDI’ 01 LUGLIO 2014 (11^ RASSEGNA G.A.C.)

SMETTO QUANDO VOGLIO… e infatti il Cineclub “La dolce vita” continua la sua programmazione. La settimana scorsa avevamo scritto che il film “L’ultima ruota del carro” avrebbe concluso l’11^ edizione della breve Rassegna “Giovani Autori crescono – Nuovi registi del cinema italiano”, e invece la selezione di film di esordienti prosegue con un altro titolo.

SMETTO QUANDO VOGLIO è una commedia originale e paradossale, che getta uno sguardo sul mondo del precariato, riuscendo a coniugare perfettamente riflessione e comicità.
Cosa fare se si appartiene ad una generazione messa alla porta dalla crisi e da quelli più cinici e fortunati, totalmente insensibili ai tuoi problemi? O fuggi via… o ti dai al crimine! E’ quello che decide il 37enne ricercatore di neurobiologia Pietro Zinni (Edoardo Leo) di fronte all’ennesimo rifiuto ricevuto dal “barone” universitario che dovrebbe finalmente fargli ottenere un contratto a tempo indeterminato. Esasperato da una vita sempre in bilico e da una fidanzata Giulia (Valeria Solarino) che gli chiede un po’ più di concretezza, Pietro ricorre all’aiuto di 6 geniali laureati in altre discipline, tutti impegnati in lavori umili e ormai rassegnati, per mettere su una banda che immetta sul mercato un nuovo tipo di droga sintetica di sua creazione, consapevole del fatto che in Italia una droga, per essere considerata tale, deve essere censita nell’elenco ufficiale delle molecole illegali del Ministero della Salute. Decide così di mettere in piedi una squadra servendosi dell’aiuto del chimico Alberto (Stefano Fresi), dell’esperto di macroeconomia dinamica Bartolomeo (Libero De Rienzo), dell’antropologo Andrea (Pietro Sermonti), dell’archeologo Arturo (Paolo Calabresi) e di due geni della semiotica interpretativa e epigrafia latina, Mattia (Valerio Aprea) e Giorgio (Lorenzo Lavia) che quando litigano lo fanno in latino. Ce la faranno i nostri soliti ignoti a tornare nei ranghi della legalità una volta assaggiato quel successo ed autoaffermazione che il paese ha fino a quel momento costantemente negato loro?…


Download scheda di approfondimento

  Smetto quando voglio (640,8 KiB, 329 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

L’ULTIMA RUOTA DEL CARRO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/10 (1 vote cast)
04_lrdc

Orari: 18,00 –20,15 – 22,30

MARTEDI’ 24 GIUGNO 2014 (11^ RASSEGNA G.A.C.)

L’ULTIMA RUOTA DEL CARRO è una commedia agrodolce che fa rivivere le fasi cruciali della storia d’Italia, dal 1977 a oggi. Un omaggio, ben riuscito, alla commedia italiana di Scola, Monicelli e Risi, che testimonia un amore sconfinato per gli ultimi e la loro ingenua semplicità, che tenta in tutti i modi di raccontare senza giudicare; un elogio dell’uomo comune, che cerca di evitare i luoghi comuni, con un sentimento sincero e coinvolgente.

Ernesto Fioretti (Elio Germano) cresce nella Roma popolare degli anni ‘70. Litiga con il padre (Massimo Wertmuller) che lo vorrebbe tappezziere come lui e si sposa con la prima ragazza del cuore che gli capita, Angela (Alessandra Mastronardi), che diventa la compagna di una vita. Si fa assumere con una raccomandazione come cuoco di un asilo ma combina disastri in cucina. Si fa ingannare dall’amico Giacinto (Ricky Memphis) che la sa più lunga di lui e sale in modo spregiudicato su qualsiasi carro vincente. Mette su una piccola impresa di traslochi, un lavoro usurante che ben presto sarà costretto a lasciare per reimpiegarsi come autista e infine comparsa del cinema. E’ un uomo qualunque che tenta di seguire le proprie ambizioni senza mai perdere i valori veri della vita. Con il sostegno della moglie Angela, Ernesto impara l’arte di adattarsi ai grandi cambiamenti del Paese, partecipando alle strane imprese degli stravaganti personaggi che il destino metterà sul suo cammino, senza tradire se stesso …

L’ULTIMA RUOTA DEL CARRO conclude l’11^ edizione della breve Rassegna “Giovani Autori Crescono”
Appuntamento al prossimo Ottobre per la 24^ edizione della Rassegna “Invito al Cinema”.


Download scheda di approfondimento

  L'ultima ruota del carro (282,5 KiB, 333 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (2 votes cast)

02_lmusdeMARTEDI’ 17 GIUGNO 2014 (11^ RASSEGNA G.A.C.)

LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE: nel film è il padre a dire questa frase al figlio per tranquillizzarlo, ma è anche l’illusoria certezza in cui molti si sono cullati per troppo tempo, quella che la mafia fosse una specie di fenomeno atmosferico, per difendersi dal quale bastava ignorarlo.

Arturo (il bravissimo attore in erba Alex Bisconti) è nato nella Palermo più sanguinaria, testimone involontario di tante stragi che gli accadono intorno. “Sono cose che derivano dal troppo amore per le femmine”, cercano di convincerlo parenti e conoscenti, e allora lui è un po’ terrorizzato dall’attrazione che sente per la piccola Flora (Ginevra Antona): “Sarà mica pericoloso, mica mi spareranno…?”. Cresciuto in una famiglia acquiescente, in una città muta e tra cittadini incuranti dei crimini, Arturo (da grande, lo stesso Pif) intraprende la carriera di giornalista mentre cerca ancora di conquistare Flora (Cristiana Capotondi). Prova da solo ad incontrare quegli uomini coraggiosi e gentili che gli offrono un iris alla ricotta (il commissario Boris Giuliano) o gli concedono un’intervista (il Generale Dalla Chiesa). L’unico che proprio non riesce a incontrare è il premier Giulio Andreotti. Gli anni passano, la Mafia cresce in arroganza e crudeltà e i paladini della giustizia periscono. La morte di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino lo risveglieranno dentro una città finalmente cosciente…


Download scheda di approfondimento

  La mafia uccide solo d'estate (177,8 KiB, 371 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

ZORAN IL MIO NIPOTE SCEMO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.0/10 (1 vote cast)
01_zoran

Orari: 18,00 –20,15 – 22,30

MARTEDI’ 10 GIUGNO 2014 (11^ RASSEGNA G.A.C.)

Paolo Bressan (Giuseppe Battiston) è un ex giocatore di rugby, un 40enne alla deriva cinico e misantropo, professionista del gomito alzato ma anche della menzogna compulsiva, che lavora di malavoglia in una mensa per anziani. Trascorre le giornate all’osteria di Gustino (Teco Celio), e insegue senza successo l’idea di riconquistare Stefania (Marjuta Slamic), la sua ex moglie. Le cose cambiano con l’entrata in scena di Zoran (Rok Prašnikar), un 15enne lasciatogli in “eredità” da una lontana parente slovena, a cui dovrà dare ospitalità il tempo necessario perché la burocrazia faccia il suo corso e il ragazzo si stabilisca in una casa-famiglia. Zoran è un adolescente naïf nascosto dietro un paio di grandi occhiali, un ragazzino colto che parla un italiano antico e gioca bene a freccette. Accortosi molto presto del talento del nipote nel lanciare e colpire sempre il centro, Paolo è deciso a sfruttare la dote del nipote per prendersi una rivincita agli occhi del mondo, iscrivendolo al campionato mondiale di freccette a Glasgow, la cui vincita ammonta a 60.000 euro. Un’occasione di riscatto dalla miseria della sua esistenza priva di reali prospettive; grazie a Zoran comincia a pensare di poter fare centro nella sua vita. Paolo l’inaffidabile, Paolo l’insopportabile, Paolo l’alcolista, prima di vincere qualsiasi gara di freccette, sarà in grado di sconfiggere se stesso …? Riusciranno a salvarsi?…


Download scheda di approfondimento

  Zoran il mio nipote scemo (549,0 KiB, 336 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

11^ ED. DELLA RASSEGNA “GIOVANI AUTORI CRESCONO”

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

gac 11

Anche quest’anno torna, da Martedì 3 Giugno, l’11^ edizione della Rassegna estiva sul Nuovo cinema italiano organizzata dal Cineclub “LA DOLCE VITA” in collaborazione con la F.I.C.C.– Centro Regionale del Lazio: “GIOVANI AUTORI CRESCONO” – NUOVI REGISTI DEL CINEMA ITALIANO.

PER MAGGIORI DETTAGLI CLICCA QUI