Full time – Al cento per cento

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Regia di Eric Gravel.
Con Laure Calamy, Anne Suarez, Geneviève Mnich, Nolan Arizmendi, Sasha Lemaitre Cremaschi.
Genere Drammatico
Francia, 2021
Durata 85 minuti

MARTEDÌ 3 MAGGIO 2022

Il Film FULL TIME coglie il sentimento della nostra epoca con rara esattezza, rapido e tagliente come una spada. Julie (Laure Calamy) ha due figli, un ex marito che non paga in tempo gli alimenti e un lavoro molto al di sotto delle sue capacità, con il quale mantiene a stento la famiglia. Ogni giorno si sveglia prima dell’alba, affida i bambini a una vicina anziana che le ha già detto che non ce la fa a tenerli, e si butta nel traffico del lungo tragitto che la porta dai sobborghi di Parigi alla capitale francese. E poiché in Francia in quel momento è in corso un prolungato sciopero dei mezzi di trasporto arrivare in città diventa un’impresa rocambolesca, cui Julie si dedica con ogni stratagemma. Il management dell’albergo a cinque stelle presso cui è capocameriera però non accetta scuse, e minaccia ad ogni ritardo di privare la donna dell’unico lavoro che è riuscita ad ottenere, quando invece è qualificata per occuparsi di statistiche di marketing….

FULL TIME sarà proiettato Martedì 3 Maggio, presso il Cinema Moderno Multisala di Anzio, agli orari 16,30 18,30.

NON È PIÙ NECESSARIO IL GREEN PASS PER ENTRARE IN SALA. 
È necessario ancora indossare la mascherina FFP2.

 


Download scheda di approfondimento

  Full Time (271,4 KiB, 40 hits)

Il matrimonio di Rosa

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Regia di Icíar Bollaín.
Con Candela Peña, Sergi López, Nathalie Poza, Ramón Barea, Paula Usero.
Genere: Commedia
Spagna-Francia, 2020
Durata 97 minuti.

MARTEDÌ 08 MARZO 2022

Rosa (Candela Peña) è una sarta 45enne che lavora nel cinema, vive a Valencia e non è felice. Ha una figlia, Lidia (Paula Usero), che ha avuto due gemelli e si è trasferita a Manchester; suo fratello Armando (Sergi López) si sta separando dalla moglie e le affida tutte le volte che può i suoi figli mentre la sorella Violeta (Nathalie Poza) non ha tempo di occuparsi del loro anziano genitore Antonio (Ramón Barea) che, tra l’altro, sta così bene con Rosa da voler lasciare la propria abitazione per andare a vivere insieme. Tutti fanno conto su Rosa per curare bambini, anziani, gatti, annaffiare piante e così lei decide di lasciare la città per andare a riaprire il laboratorio di sartoria che era stato di sua madre nella cittadina natale di Benicassim. Inoltre vuole sposarsi con la persona che ha deciso di amare di più: sé stessa, come inizio simbolico di una nuova vita…

IL MATRIMONIO DI ROSA ha vinto due premi Goya, l’equivalente degli Oscar spagnoli.

IL MATRIMONIO DI ROSA sarà proiettato Martedì 8 Marzo, Festa delle Donne, nell’ambito della 30^ edizione della Rassegna “Invito al cinema”, organizzata dal Cineclub “La dolce vita” presso il Cinema Moderno Multisala di Anzio, agli orari 16,30 e 18,30.


Download scheda di approfondimento

  Il matrimonio di Rosa (231,7 KiB, 56 hits)

Un divano a tunisi

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Regia di Manele Labidi Labbé.
Interpreti: Golshifteh Farahani, Majd Mastoura Mastoura, Aïsha Ben Miled…
Genere: Commedia
durata 87 minuti
Tunisia, Francia, 2019

MARTEDÌ 30 NOVEMBRE 2021

La giovane e brillante Selma Derwish (Golshifteh Farahani), psicanalista trentacinquenne, lascia Parigi per aprire uno studio nella periferia di Tunisi, dov’è cresciuta. Ritenendo di non avere, in Francia, né la possibilità di realizzarsi né quella di rendersi utile al prossimo, Selma fa ritorno a Tunisi, nel suo vecchio quartiere, con l’idea di aprire il suo studio. In quella città dove la gente si confessa nelle vasche dell’hammam o sotto il casco del parrucchiere, la donna offre una terza via, un luogo protetto per prendersi cura di sé. I primi clienti arrivano grazie all’alleanza con una estetista e nonostante i parenti, scettici, proclamino che “questa roba non ci serve, qui abbiamo Dio”, ben presto ci sarà una coda di maschi nevrotici, donne frustrate, personaggi bizzarri che si presentano alla porta di Selma con il loro carico di ossessioni assortite. Da Raouf (Hichem Yacoubi), panettiere a cui piace vestirsi da donna, a Baya (Feryel Chammari), la proprietaria del centro estetico che non sopporta la madre; dall’ex militare che soffre di manie di persecuzione, all’imam depresso. Selma deve scontrarsi, però, con la diffidenza locale e un poliziotto troppo zelante che la boicotta …

UN DIVANO A TUNISI sarà proiettato Martedì 30 Novembre, nell’ambito della 30edizione della Rassegna “Invito al cinema”, organizzata dal Cineclub “La dolce vita” presso il Cinema Moderno Multisala di Anzio, agli orari: 16,30 – 18,30, Con questo Film il Cineforum sospende le proiezioni della Rassegna “Invito al Cinema” per le festività di Dicembre. Appuntamento a MARTEDÌ 18 GENNAIO per una nuova stagione di Cinema d’Autore.   

 


Download scheda di approfondimento

  Un divano a tunisi (287,0 KiB, 50 hits)

La vita che verrà (Herself)

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Regia di Phyllida Lloyd.
Con Clare Dunne, Harriet Walter, Conleth Hill, Ericka Roe, Cathy Belton, Rebecca O’Mara, Ian Lloyd Anderson.
Drammatico,
durata 97 min.
Francia 2020

MARTEDÌ 23 NOVEMBRE 2021

La Regista irlandese Phyllida Lloyd, al suo terzo film dopo “Mamma mia” (2008) e “The Iron Lady” (2011), racconta la storia di una madre amorevole e moglie tormentata, divisa tra responsabilità e desiderio di riscatto. Una prova di coerenza per l’autrice di tre film molto diversi tra loro ma che, a ben vedere, hanno un elemento in comune: la centralità della donna nel racconto. Sandra (Clare Dunne) vive a Dublino, insieme alle sue due bambine ed è vittima delle violenze fisiche e psicologiche del marito Gary (Ian Lloyd Anderson), che dice di amarla, ma poi la riempie di calci e pugni. Per questo decide di andare via di casa portando con sé le figlie, testimoni di tanta brutalità, ed inizia la battaglia legale per la loro custodia. Un giorno, mentre cerca un alloggio, Sandra vede il video di un uomo che si è costruito una casa da solo, ad un costo molto contenuto, e comincia a pensare di fare lo stesso. Peggy (Harriet Walter), la sua generosa datrice di lavoro che convive col dolore di una perdita, regala a Sandra un appezzamento di terreno nel suo giardino e le presta dei soldi per costruire la casa. Con l’aiuto di Aido (Conleth Hill), muratore esperto e di buon cuore che ha un figlio con la sindrome di Down e di Jo, l’avvocatessa di Sandra che si batte senza sosta per far valere i suoi diritti, la donna cerca di realizzare uno spazio sicuro per se e le sue bambine…

LA VITA CHE VERRÀ sarà proiettato Martedì 23 Novembre, nell’ambito della 30^ edizione della Rassegna “Invito al cinema”, organizzata dal Cineclub “La dolce vita” presso il Cinema Moderno Multisala di Anzio, agli orari 16,30 e 18,30, Con questo Film il Cineforum vuole ricordare il 25 Novembre, Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne.

Tra il 1 gennaio e il 7 Novembre 2021 sono state uccise 103 Donne, una ogni tre giorni.
87 Donne sono state uccise in ambito familiare/affettivo; di queste, 60 donne hanno trovato la morte per mano del partner o dell’ex compagno. Questi sono i numeri dell’ORRORE. 1522 è il numero verde con cui le Donne vittime di violenza e stalking possono chiedere aiuto e sostegno.

Il Cineclub “La dolce vita” collabora con il progetto “Ogni giorno contro la violenza sulle donne” promosso da “Baraonda – Associazione di resistenza culturale” a Nettuno e Anzio, e aderisce all’annuale iniziativa “Posto occupato”.

 


Download scheda di approfondimento

  La vita che verrà (375,0 KiB, 53 hits)

The Specials

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

orari: 16:30; 19:00.
durata: 114 minuti
Regista: Olivier Nakache, Eric Toledano
Genere: Commedia, Drammatico
Anno: 2019
Paese: Francia

MARTEDÌ 26 OTTOBRE 2021

The Specials – Fuori dal comune” (in originale “Hors normes”, “Fuori standard”, in italiano) è incentrato sulla vicenda di Bruno (Vincent Cassel) e Malik (Reda Kateb): il primo fondatore di una comunità dedita all’accoglienza e all’educazione di quei ragazzi autistici che tutte le altre istituzioni rifiutano, in quanto magari violenti o di difficile gestione; il secondo impegnato in una struttura di accoglienza, collegata a quella di Bruno e dedita anche a formare giovani operatori, con un’attenzione particolare per le realtà più marginali. Tra gli ospiti di Bruno troviamo Joseph (Benjamin Lesieur), diciottenne autistico con un’abilità particolare per la riparazione delle lavatrici, ma incapace di frenare il suo impulso di far scattare l’allarme in metropolitana (provocando regolari interventi della forza pubblica); e Valentin (l’esordiente Marco Locatelli), adolescente silenzioso e autolesionista. Ci sono poi due ispettori del governo, decisi a far chiudere la comunità di Bruno perché fuori norma e priva di licenze…

Il Film inaugura una sorta di anteprima alla 30^ Edizione della Rassegna “Invito al Cinema, con cinque appuntamenti per tutti i Martedì di Novembre, dal 2 al 30 del mese. Per quest’anno la Rassegna è stata spostata al Martedì e prevede solo due Spettacoli: il primo alle ore 16:30; il secondo (e ultimo) alle ore 18:30. È stato cancellato lo Spettacolo delle 20:15 per lasciar spazio ai Film programmati nelle quattro Sale del Cinema Multisala Moderno. La prossima settimana vi racconteremo quali sono i Titoli scelti per iniziare al meglio l’Edizione del Trentennale.


Download scheda di approfondimento

  The Specials (103,8 KiB, 59 hits)