LA BELLE EPOQUE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

REGIA: NICOLAS BEDOS SCENEGGIATURA: NICOLAS BEDOS INTERPRETI: FANNY ARDANT, DANIEL AUTEUIL, GUILLAUME CANET
DURATA: 110 MINUTI
ORARIO SPETTACOLI: 16,15 – 18,15 – 20,15

LUNEDÌ 2 DICEMBRE

Victor (Daniel Auteuil), un sessantenne annoiato cronico, e Marianne (Fanny Ardant), una psicanalista dispotica che ha bisogno di stimoli, sono sposati da oltre quarant’anni. Lui vorrebbe ritornare al passato, lei andare avanti. Disegnatore disoccupato che rifiuta il presente e il digitale, Victor è costretto a lasciare il tetto coniugale. A cacciarlo è Marianne, che ha trovato “stimoli” erotici in François (Denis Podalydès), il migliore amico di Victor. Vecchio e disilluso, Victor accetta l’invito della Time Traveller, una curiosa agenzia che mette in scena il passato. A dirigerla con scrupolo maniacale è Antoine (Guillaume Canet), che regala ai suoi clienti la possibilità di vivere nell’epoca prediletta grazie a sontuose scenografie e a un gruppo di attori rodati. Tutto è possibile, bere un bicchiere con Hemingway o sparare sull’aristocrazia del XVIII secolo. Victor sceglie di rivivere il suo incontro con Marianne in un bistrot di Lione, in una sera di maggio del 1974, quando incontrò l’amore della sua vita. Sedotto dal fascino dell’attrice Margot (Doria Tillier) che interpreta la sua consorte a vent’anni, Victor col passato trova il futuro …


Download scheda di approfondimento

  La Belle Epoque (379,0 KiB, 4 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

CAFARNAO – CAOS E MIRACOLI

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Libano/Francia, 2018
Regia: Nadine Labaki
Interpreti: Zain al-Rafeea, Nadine Labaki, Cedra Izam Orario: 16,15 – 19,00
Drammatico. Durata 126 min.

LUNEDÌ 11 NOVEMBRE

Zain (Zain Al Rifeaa) è un ragazzino di 12 anni cresciuto in un quartiere povero di Beirut, ennesimo figlio di una famiglia numerosa. Mentre sta scontando una pena detentiva per un grave reato commesso, chiama in giudizio i genitori. L’accusa? Averlo messo al mondo, condannandolo così ad una vita di stenti e dolore senza avere la cura e l’attenzione necessaria per farlo crescere. I due, coppia con tanti figli e pochi mezzi, non sono persone crudeli e, anche se vivono di espedienti, più che criminali sono dei disgraziati che non hanno le possibilità (e neanche la sensibilità) per capire cosa è meglio per i propri cari. Zain cerca di dare il suo contributo per aiutare i tanti fratelli e sorelle (il maggiore è in prigione) ma quando i genitori decidono di far sposare la giovanissima Sahar (Cedra Izam) ad un negoziante, Zain non ce la fa più e lascia la casa dei genitori nella disperata ricerca di qualcosa di meglio. Da solo rischierebbe di fare una fine addirittura peggiore se non fosse per Rahil (Yordanos Shiferaw), una migrante etiope che lavora come cameriera, cercando di mantenere se stessa e il figlioletto Yonas. La donna ospita Zain nella baracca dove vive e per lui diventa una sorta di madre putativa. Purtroppo un giorno Rahil non fa più ritorno a casa e così toccherà allo spaesato Zain prendersi cura di Yonas …

A causa della superiore durata del Film (126 minuti), eccezionalmente sono previsti solo due spettacoli, agli orari: 16,15 – 19,00.


Download scheda di approfondimento

  Cafarnao (196,9 KiB, 12 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

CYRANO, MON AMOUR

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.0/10 (1 vote cast)

FRANCIA, 2019
Regia:Alexis Michalik
Interpreti:Thomas Solivérès, Olivier Gourmet, Mathilde Seigner Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15
Commedia. Durata 109 min

LUNEDÌ 14 OTTOBRE

In una Parigi di fine Ottocento, gioiosa e in piena Belle Epoque, dove i monumenti scintillano e la “settima arte”, il Cinema, è agli albori (per un franco si può assistere ai primi esperimenti su pellicola dei Fratelli Lumière e di Méliès), il giovane 30enne Edmond Rostand (Thomas Solivérès) è un autore senza successo e senza un soldo, con moglie e due figli, che sogna di diventare famoso, anche se è reduce da un fiasco. L’interprete era nientemeno che la grande Sarah Bernhardt (Clémentine Célarie), l’attrice più celebre della Belle Époque, tra le poche persone a credere nel suo talento. Il drammaturgo è in crisi d’ispirazione, finché un giorno incontra il divo del momento Constant Coquelin (Olivier Gourmet), desideroso di rilanciare la sua carriera. Rostand deve comporre in tre settimane una commedia per il divo del palcoscenico: peccato che il giovane drammaturgo non abbia ancora scritto una riga. L’ispirazione ha il volto di Jeanne (Lucie Boujenah), costumista e amica di Léo (Tom Leeb), attore bello ma senza eloquenza. A prestargliela è Edmond, che avvia un fitto carteggio con Jeanne. Lettera dopo lettera, trova le rime e il sentimento per nutrire la pièce e incarnare un guascone filosofo …

 

Download scheda di approfondimento

  Cyrano, mon amour (160,6 KiB, 15 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

UN SACCHETTO DI BIGLIE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

FRANCIA, 2018 Regia: Christian Duguay Interpreti: Dorian Le Clech, Batyste Fleurial Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15 Drammatico. Durata 110 min.

LUNEDI’ 28 GENNAIO

Parigi, 1941. Joseph (Dorian Le Clech) e Maurice (Batyste Fleurial) sono due fratelli ebrei che vivono la loro infanzia serenamente: d’estate giocano al mare, d’inverno si sfidano a battaglie di palle di neve. Fino a quando tutto cambia. La Francia viene occupata dai nazisti. A scuola i due sono costretti a indossare segni distintivi sulla giacca della divisa, come tutti gli altri bambini ebrei; vengono esclusi e additati dai compagni, emarginati dagli amici che ora li guardano in modo diverso. La situazione si complica a tal punto che una sera i genitori dei due ragazzi, Roman (Patrick Bruel) e Anne (Elsa Zylberstein), annunciano loro che dovranno partire in cerca di un luogo più sicuro. Li allontanano da loro dopo aver abbandonato il lavoro e averli messi in strada con cinquemila franchi ciascuno in tasca. Non dovranno mai ammettere, per nessun motivo, di essere ebrei. Il destino benevolo, per Joseph già marchiato con la stella di Davide sul cappotto, si manifesta quando un suo coetaneo, in cambio di quella stella, gli dà un sacchetto di biglie che lo accompagna per tutto il viaggio come un portafortuna. E di fortuna, Joseph e Maurice, hanno davvero bisogno in quel viaggio per sfuggire ai nazisti e raggiungere la cosiddetta “terra libera”…


Download scheda di approfondimento

  Un sacchetto di biglie (212,2 KiB, 72 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

LA RAGAZZA NELLA NEBBIA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Un film di Donato Carrisi. Con Toni Servillo, Alessio Boni, Lorenzo Richelmy, Galatea Ranzi, Michela Cescon. Thriller. Durata 127 min. – Italia, Francia, Germania 2017. Orari: 18,00 – 20,10.

LUNEDI’ 05 NOVEMBRE

Un banco di nebbia fitta avvolge il paese di Avechot, nella piccola valle incuneata tra le Alpi. La nebbia che ha inghiottito le case e le strade si abbatte anche sull’auto dell’Ispettore Vogel (Toni Servillo): la vettura finisce in un fosso e l’uomo, pur uscendo incolume dall’incidente, ha i vestiti ricoperti di sangue. Smarrito, senza ricordi delle ultime ore, Vogel, agente speciale dai metodi poco ortodossi così meschino eppure così affascinante nel suo disprezzo per il cattivo gusto di un branco di paesani rozzi e ottusi, viene seguito da uno psichiatra insieme al quale ripercorre gli ultimi turbolenti mesi della sua vita. Bisogna tornare indietro alla scomparsa della sedicenne Anna Lou (Ekaterina Buscemi), brava ragazza dai lunghi capelli rossi appartenente ad una confraternita religiosa molto conservatrice; la pista della fuga volontaria si incrocia con quella del rapimento e la risonanza mediatica assunta dal caso richiede l’intervento dell’agente speciale. Abile nel pilotare l’attenzione di Tv e giornali, il modus operandi di Vogel prevede la “santificazione” della vittima e al contempo la creazione del fantomatico mostro che ne ha spezzato l’esistenza. Il profilo del pacifico professor Martini (Alessio Boni), insegnante di liceo affascinante ma pieno di debiti, appare subito perfetto per far ricadere su di lui i principali sospetti. È estraneo alla comunità, si è appena trasferito ad Avechot con moglie e figlia, è calzante con la descrizione dell’uomo che Vogel cerca, è il colpevole ideale da dare in pasto all’audience. Eppure, ancora alcuni interrogativi restano aperti: perché, dopo gli eventi di alcuni mesi prima, Vogel si trova ancora ad Avechot? Qual è la causa dell’incidente? E a chi appartiene il sangue sui suoi vestiti?…


Download scheda di approfondimento

  La ragazza nella nebbia (127,4 KiB, 76 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube