UN SACCHETTO DI BIGLIE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

FRANCIA, 2018 Regia: Christian Duguay Interpreti: Dorian Le Clech, Batyste Fleurial Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15 Drammatico. Durata 110 min.

LUNEDI’ 28 GENNAIO

Parigi, 1941. Joseph (Dorian Le Clech) e Maurice (Batyste Fleurial) sono due fratelli ebrei che vivono la loro infanzia serenamente: d’estate giocano al mare, d’inverno si sfidano a battaglie di palle di neve. Fino a quando tutto cambia. La Francia viene occupata dai nazisti. A scuola i due sono costretti a indossare segni distintivi sulla giacca della divisa, come tutti gli altri bambini ebrei; vengono esclusi e additati dai compagni, emarginati dagli amici che ora li guardano in modo diverso. La situazione si complica a tal punto che una sera i genitori dei due ragazzi, Roman (Patrick Bruel) e Anne (Elsa Zylberstein), annunciano loro che dovranno partire in cerca di un luogo più sicuro. Li allontanano da loro dopo aver abbandonato il lavoro e averli messi in strada con cinquemila franchi ciascuno in tasca. Non dovranno mai ammettere, per nessun motivo, di essere ebrei. Il destino benevolo, per Joseph già marchiato con la stella di Davide sul cappotto, si manifesta quando un suo coetaneo, in cambio di quella stella, gli dà un sacchetto di biglie che lo accompagna per tutto il viaggio come un portafortuna. E di fortuna, Joseph e Maurice, hanno davvero bisogno in quel viaggio per sfuggire ai nazisti e raggiungere la cosiddetta “terra libera”…


Download scheda di approfondimento

  Un sacchetto di biglie (212,2 KiB, 116 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

A CASA TUTTI BENE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Regia di Gabriele Muccino. Con Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Elena Cucci, Tea Falco, Pierfrancesco Favino.
Genere: Drammatico
Italia, 2018 – durata 105 minuti.

LUNEDI’ 26 NOVEMBRE

A Ischia, una quindicina di parenti si ritrova per celebrare le nozze d’oro del ristoratore di successo Pietro (Ivano Marescotti) e della moglie Alba (Stefania Sandrelli). Dal loro matrimonio sono nati tre figli: Carlo (Pierfrancesco Favino), il primogenito senza mordente e separato che ha una figlia con l’ex moglie Elettra (Valeria Solarino), con cui non c’era feeling, e un’altra con la nuova compagna Ginevra (Carolina Crescentini), con cui, se possibile, le cose vanno ancora peggio; Sara (Sabrina Impacciatore), che vive in una bolla di vetro e si trincera dietro un apparente felicità coniugale per non affrontare in faccia la realtà; e Paolo (Stefano Accorsi), figlio ribelle, l’eterno ragazzo che ha mandato in fumo una relazione stabile, che si porta appresso un figlio, che giustifica le continue fughe d’irresponsabilità e i viaggi solitari come modi per trovare fonti d’ispirazione alla sua attività di scrittore e che puntualmente ci casca con Isabella (Elena Cucci), la cugina frustrata e infelice. E, ancora, c’è Riccardo (Gianmarco Tognazzi), cugino sfaccendato e irresponsabile che aspetta un bambino da Luana (Giulia Michelini), che a sua volta ha un fratello, Sandro (Massimo Ghini), affetto da Alzheimer, la cui moglie Beatrice (Claudia Gerini), è pronta a rinchiuderlo in una clinica specializzata perché vuole invecchiare con qualcuno che si prenda cura di lei. Nel momento in cui il mare grosso e un temporale improvviso impediscono le partenze dei traghetti, gli invitati sono costretti a prolungare soggiorno e convivenza e si sprigionano gli odi sopiti …


Download scheda di approfondimento

  A casa tutti bene (132,8 KiB, 107 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

IL FILO NASCOSTO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

USA, 2017 Regia: Paul Thomas Anderson Interpreti: Daniel Day Lewis, Lesley Manville,Vicky Krieps Orario: 18,00 – 20,15 Sentimentale/Drammatico. Durata 130 min.

LUNEDI’ 19 NOVEMBRE

Nella Londra degli anni ’50, il rinomato sarto Reynolds Woodcock (Daniel Day-Lewis) è al centro della moda britannica, realizzando i vestiti per la famiglia reale, star del cinema, ereditiere, debuttanti. È un artista che governa con mano ferma e rigore etico il suo mondo, sentendosi autorizzato all’occorrenza anche a giudicare la moralità delle clienti. Scapolo impenitente, le donne vanno e vengono nella sua vita, offrendo compagnia e ispirazione. Lavoratore bulimico e uomo impossibile, Reynolds dispone delle sue conquiste secondo l’umore e dirige la sua maison con aria solenne, affiancato da Cyril (Lesley Manville), sorella e socia altrettanto ieratica. Woodcock ha un debole per la bellezza che riconosce nella goffa quanto eterea Alma (Vicky Krieps), cameriera in un hotel della costa dove si è fermato per colazione. La giovane donna, immediatamente sedotta dall’uomo, lo segue a Londra e ne diventa la musa. Stabilitasi nella casa di Knightsbridge, Alma rivela presto un carattere tenace e volitivo, cosicché la vita “cucita su misura” di Reynolds, una volta così ben controllata e pianificata, viene ora stravolta dall’amore …


INFORMAZIONE IMPORTANTE:
a causa di sopraggiunte esigenze gli Orari degli Spettacoli, del Film in programma LUNEDI’ 19 NOVEMBRE, IL FILO NASCOSTO, saranno ore 18:00 e ore 20:15.
A causa della superiore durata del Film (130 minuti) NON sarà effettuato lo Spettacolo delle ore 16:15. Ci scusiamo per il contrattempo. 

Si comunica  che  MARTEDÌ 27 NOVEMBRE, ALLE ORE 20,30, VERRÀ RECUPERATO LO SPETTACOLO DEL FILM “DOGMAN”, REGIA DI MATTEO GARRONE, NON EFFETTUATO IL GIORNO 29 OTTOBRE. 

                                                                                       Il cineclub La Dolce vita


Download scheda di approfondimento

  Il filo nascosto (411,1 KiB, 103 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

DOGMAN

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Regia di Matteo Garrone, con Marcello Fonte, Edoardo Pesce, Nunzia Schiano, Adamo Dionisi, Francesco Acquaroli. Drammatico – Italia, 2018, durata 100 minuti

LUNEDI’ 29 OTTOBRE

Marcello (Marcello Fonte) ha due grandi amori: la figlia Alida (Alida Baldari Calabria) e i cani che accudisce con la dolcezza di uomo mite e gentile. Il suo negozio di toelettatura, “Dogman”, è incastrato fra un “compro oro” e la sala biliardo-videoteca di un quartiere periferico vicino al mare, di quelli che esibiscono più apertamente il degrado italiano degli ultimi decenni. L’uomo-simbolo di quel degrado è un bullo locale, l’ex pugile Simone (Edoardo Pesce), che intimidisce, taglieggia e umilia i negozianti del quartiere. Marcello procura a Simone quella cocaina che il bullo consuma in quantità esagerate e fa per l’ex pugile da secondo nelle riscossioni. Quando Simone sceglie proprio il negozio di Marcello come base operativa per una rapina, gli equilibri fra i due saltano irrimediabilmente …


Download scheda di approfondimento

  Dogman (124,5 KiB, 92 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

MANUEL

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)

ITALIA, 2018 Regia: Dario Albertini Interpreti: Andrea Lattanzi, Francesca Orario: 16,15 – 18,15 – 20,15 Drammatico. Durata 98 min.

LUNEDI’ 01 OTTOBRE

Alla base del Film c’è un documentario, “La repubblica dei ragazzi” (2014), ambientato in una casa-famiglia di Civitavecchia, e proprio da un incontro avvenuto lì nasce lo spunto della storia raccontata nel lungometraggio.

Manuel (un intenso Andrea Lattanzi) ha compiuto 18 anni e può lasciare l’Istituto per minori privi di sostegno familiare in cui ha vissuto negli ultimi anni, dopo che la madre Veronica (una smisurata Francesca Antonelli, “magnetico incrocio di fierezza capitolina e vulnerabilità”, come scrive mymovies) è stata arrestata. Manuel finalmente assapora la libertà, ma ha un gusto dolceamaro. Sua madre Veronica è in carcere da cinque anni e può sperare di ottenere gli arresti domiciliari solo se lui accetta di prenderla in carico; si tratta di una responsabilità non di poco conto. Manuel si ritrova a vagare per le strade del suo quartiere, esposto alla tentazione della cocaina e tormentato dalle sue speranze e paure, mentre cerca di lasciarsi l’adolescenza alle spalle e diventare un adulto responsabile. È necessario per dimostrare di sapersi occupare della madre e darle uno spiraglio di libertà. Sarà in grado di farlo senza perdere invece la “propria” libertà? Il sentimento filiale si scontra con la consapevolezza delle scarse forze a disposizione. Manuel è consapevole della necessità di rimettere ordine in un appartamento messo sottosopra anni prima dall’irruzione dei carabinieri e, di conseguenza, nella vita di sua madre. È lui ad avere bisogno di un punto di riferimento e invece gli si chiede di diventarlo per una donna che è stata segnata dall’esperienza del carcere e che può contare solo su di lui per tornare a vivere una vita quasi normale. Eppure Manuel dice: “Se dovrò farmi in 18 perché ‘sta storia vada a finir bene, mi farò in 18 … perché c’è una cosa più profonda , ed è che lei è mia madre ed io sono suo figlio e sarà così per sempre. Hey ma’, non è affatto strano che per raggiungerti dovrò correre di più. Ora che sono qui davanti a te, ora che siamo NOI, tremo!”…


Download scheda di approfondimento

  Manuel (238,8 KiB, 84 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube