CESARE DEVE MORIRE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.5/10 (2 votes cast)

ITALIA, 2012
Regia: Paolo e Vittorio Taviani
Interpreti: Cosimo Rega, Salvatore Striano
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30
Docufilm/Drammatico. Durata 76 m.

MARTEDI’ 30 OTTOBRE 2012

CESARE DEVE MORIRE non è un documentario, e non è neppure teatro adattato per lo schermo: è un puro distillato del cinema e delle tematiche dei due registi, i fratelli Taviani. Segue i laboratori teatrali realizzati dentro il carcere di Rebibbia dal regista Fabio Cavalli, attore e autore teatrale, direttore artistico del “Centro Studi Enrico Maria Salerno”, qui alle prese con una versione del classico shakespeariano interpretato dai detenuti. Sono spacciatori, camorristi, ergastolani, alle prese con un testo che parla di tradimenti, di onori e di rivoluzioni tradite: tutti temi che li coinvolgono da vicino, che ognuno interpreta con la rabbia e l’energia che si porta dentro. Si seguono le loro prove e la messa in scena finale del “Giulio Cesare” di William Shakespeare, ma anche le vite dei detenuti nelle loro celle. Espandi/Comprimi...»


Download scheda di approfondimento

  Cesare deve morire (127,6 KiB, 488 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

I fratelli Taviani erano certamente consapevoli delle numerose testimonianze, in gran parte documentaristiche, che anche in Italia hanno mostrato, a chi non ha mai messo piede in un carcere, come il teatro rappresenti un strumento principe per il percorso di reinserimento del detenuto. I Taviani scelgono la strada del work in progress utilizzando coraggiosamente uno smagliante bianco e nero. L’originalità della loro ricerca sta nella cifra quasi pirandelliana con la quale cercano la verità nella finzione. Questi uomini, che mettono la loro faccia e anche la loro fedina penale (sovrascritta sullo schermo) in pubblico, si ritrovano, inizialmente in modo inconsapevole, a cercare e infine a trovare se stessi nelle parole del poeta divenute loro più vicine grazie all’uso dell’espressione dialettale. Frasi scritte centinaia di anni fa incidono sul presente e ogni detenuto ‘sente’ e dice le battute come se sgorgassero dal suo intimo. Shakespeare a Rebibbia, interpretato dai detenuti della sezione alta sicurezza: il “Giulio Cesare” sembra scritto per loro, che conoscono la violenza e conoscono il “potere”. Sembra il “punto zero” di molti gangster movies che raccontano l’avvicendamento delle cupole, l’eliminazione di capi scomodi, i tradimenti. Ai fratelli Taviani riesce un miracolo: calare i versi del poema nella quotidianità dei reclusi di Rebibbia, come fossero i loro pensieri, il loro inconscio, la loro vita. Gli attori, tutti con condanne che vanno da 15 anni a fine pena mai, trovano la loro libertà nelle ore dedicate alle prove, per poi scontrarsi con la realtà nel momento in cui il secondino richiude la cella alle loro spalle. “Da quando ho incontrato l’arte, questa cella è diventata una prigione” è la frase emblematica che viene pronunciata da Cosimo Rega, uno dei protagonisti, parole che si incidono nell’anima.Powered by Hackadelic Sliding Notes 1.6.5

IO SONO LI

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (1 vote cast)

GENERE: Drammatico REGIA: Andrea Segre SCENEGGIATURA: Marco Pettenello, Andrea Segre ATTORI: Zhao Tao, Rade Sherbedgia, Marco Paolini, Roberto Citran, Giuseppe Battiston DURATA: 96 Min

GIOVEDI’ 21 GIUGNO 2012

Shun Li lavora in un laboratorio tessile della periferia romana per ottenere i documenti e riuscire a far venire in Italia suo figlio di otto anni. All’improvviso viene trasferita a Chioggia, una piccola città-isola della laguna veneta, per lavorare come barista in un’osteria. Bepi, pescatore di origini slave, soprannominato dagli amici “il Poeta”, da anni frequenta quella piccola osteria. Il loro incontro è una fuga poetica dalla solitudine, un dialogo silenzioso tra culture diverse. Ma l’amicizia tra Shun Li e Bepi turba le due comunità … Esordio nella regia del documentarista Andrea Segre, ha avuto 4 candidature ai David di Donatello 2012, vincendo quello per la Migliore Attrice protagonista a Zhao Tao.

PER VISIONARE GLI ALTRI FILM DELLA 9^ RASSEGNA
“Giovani Autori Crescono”
CLICCA QUI


Download scheda di approfondimento

  Io sono Li (152,1 KiB, 553 hits)


LA-BÀS EDUCAZIONE CRIMINALE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

GENERE: Drammatico REGIA: Guido Lombardi SCENEGGIATURA: Guido Lombardi ATTORI: Kader Alassane, Esther Elisha, Moussa Mone, Billi Serigne Faye, DURATA: 100 Min

GIOVEDI’ 14 GIUGNO 2012

Castel Volturno, 30 Km. da Napoli. Un commando di camorristi irrompe in una sartoria di immigrati africani e spara all’impazzata ammazzando sei ragazzi di colore. Intanto Yussouf, un giovane immigrato, ha deciso di chiudere i conti con suo zio Moses, l’uomo che l’ha convinto a venire in Italia promettendogli un futuro da onesto artigiano e trasformandolo invece in uno spacciatore. Invischiati nella loro storia, Germain, finito per caso nel luogo della strage e Suad, una prostituta che Yussouf sogna di riscattare dai suoi padroni…

Debutto nel lungometraggio di Guido Lombardi, ha conquistato al Festival di Venezia 2011 il Leone del Futuro.

PER VISIONARE GLI ALTRI FILM DELLA 9^ RASSEGNA
“Giovani Autori Crescono”
CLICCA QUI


Download scheda di approfondimento

  La-Bas Educazione criminale (151,5 KiB, 479 hits)

 

LE IDI DI MARZO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.7/10 (3 votes cast)

 

U.S.A., 2011 Regia: George Clooney Interpreti: George Clooney, Ryan Gosling Orario: 18,00 – 20,30 – 22,30 Drammatico. Durata 98 m.

GIOVEDI’ 17 MAGGIO 2012

Il Governatore Morris (George Clooney), democratico, è nel pieno della campagna elettorale presidenziale. Il suo brillante portavoce Myers (Ryan Gosling) è un idealista che ancora si scandalizza di fronte alla quantità di compromessi che bisogna accettare in nome del Potere da ottenere ad ogni costo … Un film contro la casta, che indaga la corruzione della vita politica nella corsa presidenziale. Un pamphlet sul binomio cinismo e politica: su come siamo disposti a vendere la nostra anima pur di non mollare successo e potere. In concorso al Festival di Venezia 2011.


Download scheda di approfondimento

POETRY

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)

 

COREA DEL SUD, 2010 Regia: Chang-Dong Lee Interpreti: Jeong-hee Yun, Da-Wit Lee Orario: 18,30 – 21,30 Drammatico. Durata 139 m

GIOVEDI’ 12 APRILE 2012

Come si scrive una poesia? Mija, una donna di 65 anni che sta perdendo la memoria per il morbo di Alzheimer, decide di iscriversi a un corso di poesia per dare un nome e un senso più profondo a ciò che vede tutti i giorni. Ma combattere la durezza della realtà richiede sforzi quasi impossibili, specie quando scopre che Wook, il nipote adolescente con cui vive, ha commesso un odioso crimine insieme al suo “branco” di amici … A volte l’amore e il coraggio possono avere la forza e la commozione di una poesia. Premio per la sceneggiatura al Festival di Cannes 2010.


Download scheda di approfondimento

  Poetry (566,0 KiB, 472 hits)