Monthly Archives: giugno 2018

HOTEL GAGARIN

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
IMG-20180625-WA0027

Il Regista Simone Spada interverrà al Cinema MODERNO multisala di ANZIO tra i due Spettacoli in programmazione (ore 18,15 e ore 20,15). Intorno alle ore 20,00 introdurrà il Film e incontrerà gli Spettatori della Rassegna “GIOVANI AUTORI CRESCONO”. Siete tutti invitati a partecipare.

MERCOLEDI’ 27 GIUGNO

Mercoledì 27 GIUGNO il Regista Simone Spada interverrà alla Proiezione del suo Film “HOTEL GAGARIN”, in programmazione ad Anzio, al Cinema MODERNO multisala. HOTEL GAGARIN è il film d’esordio del Regista torinese, naturalizzato romano, Simone Spada. La Proiezione di HOTEL GAGARIN vuole anche “festeggiare” le 5 settimane dall’uscita nelle Sale cinematografiche italiane del Film e il soddisfacente risultato di 50.000 Spettatori che questo esordio ha totalizzato. HOTEL GAGARIN è una divertente commedia corale ma anche un delicato e poetico atto d’amore nei confronti del Cinema. Recita nel Film un Cast artistico di tutto rispetto: Claudio Amendola, Luca Argentero, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D’Amico, Philippe Leroy (in ordine rigorosamente alfabetico), un gruppo di Attori affiatato e ben assortito che ci porta con leggerezza nel mondo dei sogni e del Cinema. Il Regista Simone Spada ha scritto (insieme con Lorenzo Rossi Espagnet) e diretto il suo primo lungometraggio dopo un apprendistato – che proprio quest’anno festeggia il ventesimo anniversario – sui set, tra gli altri, di Claudio Amendola (“La mossa del pinguino”), Edoardo Leo (“Noi e la Giulia”), Claudio Caligari (“Non essere cattivo”), Gabriele Mainetti (“Lo chiamavano Jeeg Robot”), Ivano De Matteo (“La vita possibile”), tutti Film presentati nelle precedenti edizioni di “Invito al Cinema” e di “Giovani Autori crescono”.

IMG-20180625-WA0021Hotel Gagarin è una commedia ironica e intelligente che fa riflettere sorridendo. Il  senso del Film è racchiuso nella frase dello scrittore russo Lev Tolstoj che campeggia sul manifesto del lungometraggio: “Se vuoi essere felice, comincia”. Girato in Armenia, tra le nevi di un territorio sconosciuto e, sulle prime, inospitale, il Film diventa un “elogio della fuga” memore del tema portante di un altro lungometraggio, quel “Mediterraneo” del Regista Gabriele Salvatores con cui il Cineclub “La dolce vita” iniziò la programmazione della Rassegna “Invito al Cinema” nel lontano 12 novembre 1991.

HOTEL GAGARIN racconta la storia di cinque italiani con tanta voglia di cambiare vita che vengono convinti da un sedicente produttore a girare un film in Armenia. Da Roma partono: Nicola (Giuseppe Battiston), professore di storia idealista e incompreso; Elio (Claudio Amendola), elettricista con il compito di tecnico delle luci;  Sergio (Luca Argentero) fotografo scettico inseguito da spacciatori a cui deve del denaro;   Continue reading »

IO C’È

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
REGIA:Alessandro Aronadio • SCENEGGIATURA:Alessandro Aronadio,Valerio Cilio, Edoardo Leo, Renato Sannio. • ATTORI: Edoardo Leo, Margherita Buy, Giuseppe Battiston • DURATA: 100 min • ORARIO: 18,15 – 20,15

REGIA:Alessandro Aronadio
SCENEGGIATURA:Alessandro Aronadio,Valerio Cilio,
Edoardo Leo, Renato Sannio.
ATTORI: Edoardo Leo, Margherita Buy, Giuseppe Battiston
DURATA: 100 min
ORARIO: 18,15 – 20,15

MERCOLEDI’ 20 GIUGNO

Massimo Alberti (Edoardo Leo), un quarantenne romano cialtrone e figlio di papà cresciuto a discoteche, ragazze e cocaina, ha creduto nel “miracolo italiano” e poi si è imbattuto nella crisi: il suo bed&breakfast, un tempo di lusso, è ridotto ormai ad una fatiscente palazzina, perde colpi (e denari) e la sorella maggiore Adriana (Margherita Buy), che è sempre stata la cocca di papà, condivide l’opinione che Massimo non sia capace di fare nulla di realmente valido. Il marito di Adriana, Teodoro (Massimiliano Bruno), vero arrivista senza scrupoli, cerca di portare via al cognato anche quella metà del bed & breakfast che è l’ultima eredità paterna e che rischia di diventare il simbolo del suo definitivo fallimento. È allora che Massimo si rende conto che le sue vicine, un gruppo di suore tanto scaltre quanto pie, hanno trovato la soluzione giusta per un business esentasse: affittare le stanze del convento a fronte di un’offerta volontaria, sulla quale l’Agenzia delle Entrate non può rivalersi perché il convento cade sotto la definizione legale di “luogo di culto”. Ecco l’illuminazione di cui Massimo aveva bisogno: se vuole sopravvivere deve trasformare il “miracolo Italiano” in luogo di culto. Ma per farlo deve prima fondare una sua religione. È la genesi dello “Ionismo“, la prima fede che non mette Dio al centro dell’universo, ma l’Io. Ad accompagnare Massimo nella sua missione verso l’assoluzione da tasse e contributi è Marco (Giuseppe Battiston), scrittore senza lettori e ideologo perfetto del nuovo credo. Preparatevi ad essere convertiti …


Download scheda di approfondimento

  Io c'è (115,7 KiB, 16 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

“GIOVANI AUTORI CRESCONO” – XVI EDIZIONE

GAC_16

Torna il 20 Giugno 2018, l’appuntamento estivo con il cinema di qualità con la XVI edizione della mini rassegna “Giovani Autori Crescono -nuovi registi del cinema italiano”, una rivista delle opere migliori dei giovani autori italiani di opere filmiche.

Il 2018, a detta di molti critici del settore, è stato un anno molto produttivo per i giovani registi italiani; un’onda lunga che sta privilegiando il tema della cronaca del nostro Paese ed il racconto dei suoi mali. Sono già una numerosa pattuglia i film che sono usciti nei festival, di Cannes, Venezia e Berlino.

Come da tradizione l’associazione culturale cineclub “La dolce vita”, offre una piccola retrospettiva dei migliori giovani registi attivi nella nostra nazione. Abbiamo scelto cinque pellicole che ci sembrano rappresentative di quello che è il panorama migliore della filmografia di registi italiani che, sono al massimo alla loro terza esperienza dietro la macchina da presa. 

L’anno in corso si sta dimostrando molto positivo per il cinema italiano, non è stato facile operare una selezione, così ridotta nel numero, cercando di selezionare i film migliori, speriamo che le opere scelte incontrino il favore di chi da tanti anni ci segue.

Il luogo di proiezione è sempre presso il Cinema Moderno multisala di Anzio, che generosamente ospita da molto tempo le nostre Rassegne, e ha dato ascolto, interesse e supporto alle iniziative del Cineclub “La dolce vita”, questo il programma:

  • 20/06/2018 – “IO C’E’” di Alessandro Aronadio
  • 27/06/2018 – “HOTEL GAGARIN” di Simone Spada
  • 04/07/2018 – “IL TUTTOFARE” di Valerio Attanasio                 
  • 11/07/2018 – “NICO” di Susanna Nicchiareli
  • 18/07/2018 – “SMETTO QUANDO VOGLIO – AD HONOREM” di Sidney Sibilia.

SCARICA LA BROCHURE

  GAC XVI Ed. (1,4 MiB, 30 hits)

C’EST LA VIE – PRENDILA COME VIENE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
FRANCIA, 2017 Regia: Olivier Nakache, Eric Toledano Interpreti: Jean-Pierre Bacrì, Gilles Lellouche - Commedia. Durata 115 min Orario: 18,15 – 20,15.

FRANCIA, 2017
Regia: Olivier Nakache, Eric Toledano Interpreti: Jean-Pierre Bacrì, Gilles Lellouche – Commedia. Durata 115 min Orario: 18,15 – 20,15.

LUNEDI’ 11 GIUGNO

In un magnifico castello del ‘600, con giardino, si prepara una fastoso ricevimento nuziale. Tutto avviene in una giornata, quella delle nozze di due giovani, Pierre (Benjamin Lavernhe) ed Hélèna (Judith Chemla), che hanno deciso di fare il ricevimento delle loro nozze appena fuori Parigi e, come è uso oggi, pretendono che, nel giorno più importante della loro vita, tutto fili nella più assoluta perfezione. Regista dell’organizzazione è Max (l’ottimo Jean-Pierre Bacri, con la sua faccia sempre più stropicciata), piccolo imprenditore perfezionista e un po’ pignolo che, dopo avere orchestrato centinaia di feste, comincia a sentirsi stanco. Circondano Max i suoi più fedeli collaboratori: l’assistente-amante Adèle (Eye Haidara), il fotografo Guy (Jean- Paul Rouve), più interessato al buffet che al suo lavoro, il cantante James (Gilles Lellouche), dj all’antica con l’immancabile karaoke in repertorio. Si aggiungono vari altri “caratteri” coloriti, tra cui un cameriere precario, Julien (Vincent Macaigne) che, in abito da sposa, riscopre il suo antico amore perduto di vista. Con simili personalità, costrette a vivere nell’ombra della felicità altrui, non è poi strano se tutto il perfetto meccanismo viaggia sempre sull’orlo del caos. Una parte delle vivande destinate al banchetto è guasta, i fuochi artificiali esplodono al momento sbagliato, l’antipatico sposo pronuncia un discorso interminabile e noioso prima di prendere (in senso letterale) il volo …

Dal 20 Giugno, stavolta di mercoledì, per cinque settimane ha inizio il ciclo di Film “GIOVANI AUTORI CRESCONO – NUOVI REGISTI DEL CINEMA ITALIANO”, che giunge al ragguardevole traguardo della  16^ Edizione e si conferma Vetrina e Spazio per Autori Italiani esordienti o poco più, nella convinzione che ogni Film debba trovare il suo Pubblico e scopo dei Cineclub è quello di farli “incontrare”. I particolari nel prossimo numero di questo Settimanale che gentilmente ci ospita ogni settimana.


Download scheda di approfondimento

  C’est la vie (626,8 KiB, 25 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

NAPOLI VELATA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
ITALIA, 2017 Regia: Ferzan Ozpetek Interpreti: Giovanna Mezzogiorno,Alessandro Borghi Thriller. Durata 113 min. Orario: 18,15 – 20,15

ITALIA, 2017 Regia: Ferzan Ozpetek Interpreti: Giovanna Mezzogiorno,Alessandro Borghi Thriller. Durata 113 min. Orario: 18,15 – 20,15

LUNEDI’ 04 GIUGNO

Adriana (Giovanna Mezzogiorno) è un medico legale che mostra disagio nell’approcciarsi alla vita e che si difende da un segreto in una città, Napoli, dove i segreti non esistono. A un ricevimento privato, resta conquistata dal misterioso Andrea (Alessandro Borghi) con cui passa un’esaltante e torrida notte d’amore. Dovrebbero incontrarsi di nuovo l’indomani al Museo archeologico, dove però la donna l’aspetta invano. Cosa si cela davvero dietro la sua assenza? Un giorno, in strada, incontra un uomo che somiglia straordinariamente ad Andrea e che dice di essere il suo gemello. Intorno a loro una serie di personaggi enigmatici: il confidente Pasquale (Peppe Barra), l’amica Catena (Luisa Ranieri), le inquietanti antiquarie Ludovica (Lina Sastri) e Valeria (Isabella Ferrari)…


Download scheda di approfondimento

  Napoli velata (454,1 KiB, 23 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube