Monthly Archives: aprile 2014

ELYSIUM

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.5/10 (2 votes cast)
di: N. Blomkamp con: M. Damon J. Foster Durata 109 min  Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30

di: N. Blomkamp con: M. Damon J. Foster
Durata 109 min
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30

MARTEDI’ 29 APRILE 2014

Los Angeles, anno 2154. L’umanità rimasta sulla Terra è un’unica grande classe operaia, che mescola criminali e lavoratori, tutti tenuti a bada e dominati con pugno di ferro attraverso i robot da una classe benestante che da tempo è andata a vivere su una stazione orbitante intorno al pianeta chiamata ELYSIUM. Su Elysium c’è la tecnologia per guarire da ogni malattia, c’é il verde, il benessere e il disinteresse per ciò che accade più in basso, sulla Terra, dove il resto dell’umanità lavora per mantenere la stazione. Ogni tentativo di immigrare illegalmente è punito con il carcere, o la morte. Un giorno Max (Matt Damon), un operaio con precedenti penali, ha un incidente nella catena di montaggio e viene esposto ad una quantità mortale di radiazioni. Gli rimangono 5 giorni di vita e l’unica tecnologia in grado di curarlo si trova su Elysium. Lì le leggi anti-immigrazioni sono ferree e le forze in atto per preservare il lussuoso stile di vita dei propri cittadini sono ai comandi del Segretario di Stato Delacourt (Jodie Foster), una donna dura e spietata che sa per esperienza che ogni apertura all’altro significherebbe la fine del paradiso dei pochi, ed è disposta a fare di tutto pur di evitarlo…


Download scheda di approfondimento

  Elysium (161,4 KiB, 281 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

RICORRENZA 25 APRILE – VIVA LA LIBERTA’

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.5/10 (6 votes cast)

magnani_okMARTEDI’ 22 APRILE 2014 ore 16,00

Il 25 aprile si celebra l’anniversario della liberazione d’Italia dall’occupazione dall’esercito tedesco e dal governo fascista avuta luogo nel 1945. L’associazione culturale cineclub “La Dolce Vita”, trova doveroso dedicare la proiezione del film di Martedì 22 Aprile 2014 a questa ricorrenza, perché ha segnato una svolta importante per il nostro paese. Dopo la liberazione d’Italia dai nazifascisti i gruppi politici della Resistenza hanno ricostruito il nuovo stato italiano. Un nuovo stato basato sulla democrazia e sul rispetto delle libertà. Torino e Milano furono liberate il 25 aprile del 1945: questa data è stata assunta quale giornata simbolica della liberazione dell’Italia intera dal regime fascista e, denominata appunto Festa della Liberazione che viene commemorata ogni anno in tutte le città d’Italia. Anche L’associazione culturale cineclub “La Dolce Vita”, in occasione del sessantanovesimo anno della ricorrenza, ha organizzato un pomeriggio di proiezioni che vuole essere spunto di riflessione sui valori della libertà e della democrazia -dice il Presidente dell’associazione culturale “La dolce vita” Gianmatteo Piersanti, che prosegue- Presso il Cinema Astoria di Anzio, alle ore 16,00, dopo una breve introduzione tenuta da Eros Razzano e Francesca Tammone, è in programma il film di Roberto Rossellini “Roma città aperta” una delle opere più celebri e rappresentative del neorealismo cinematografico italiano, questa è la nostra maniera di celebrare la ricorrenza della liberazione italiana”. “Roma città aperta” é il film che fece acquisire notorietà internazionale ad Anna Magnani, co-protagonista insieme con Aldo Fabrizi, qui in una delle sue interpretazioni più famose. “Roma città aperta” è il primo film della Trilogia della guerra diretto da Rossellini – seguiranno Paisà (1946) e Germania anno zero (1948). L’opera cinematografica venne Presentata in concorso al Festival di Cannes 1946, dove ottenne il Grand Prix come miglior film. Ricevette una candidatura al Premio Oscar per la migliore sceneggiatura originale e vinse due Nastri d’Argento, per la miglior regia e la migliore attrice non protagonista (Anna Magnani). Una curiosità nota a pochi, è che alla sceneggiatura di questa grande opera filmica partecipò il giovane Federico Fellini. “Roma città aperta” è stato inserito nella lista dei 100 film italiani da salvare, che è nata con lo scopo di segnalare “100 pellicole che hanno cambiato la memoria collettiva del Paese tra il 1942 e il 1978”. Associazione culturale cineclub “la dolce vita”


25_vll

di: R. Andò con: T. Servillo V. Mastandrea
Durata 94 min
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30

MARTEDI’ 22 APRILE 2014

Alle ore 18,00 – 20,15 – 22,30 è in proiezione, per la ventitreesima rassegna “Invito al cinema”, il film “ Viva la libertà”, la pellicola di Roberto Andò racconta la storia del segretario del più importante partito di opposizione in Italia, che, improvvisamente, parte per la Francia per incontrare Danielle (Valeria Bruni Tedeschi), amata venti anni prima. Per rimediare alla sua assenza, la moglie Anna (Michela Cescon) e il collaboratore Bottini (Valerio Mastandrea) si rivolgono a Ernani (Toni Servillo), fratello gemello di Enrico e professore di filosofia recentemente dimesso da un ospedale psichiatrico. Il film è Tratto dal romanzo “Il trono vuoto” di Roberto Andò, Ed. Bompiani.

L’associazione culturale cineclub “la dolce vita” vi attende numerosi a ricordare con noi una data fondamentale per la democrazia in Italia.

Associazione culturale cineclub “la dolce vita”


Download scheda di approfondimento

  Viva la libertà (120,0 KiB, 361 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

IL FIGLIO DELL’ALTRA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (4 votes cast)
di: L. Lévy con: E. Devos P. Elbe Durata 105 min  Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30

di: L. Lévy con: E. Devos P. Elbe
Durata 105 min
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30

MARTEDI’ 15 APRILE 2014

Joseph Silberg (Jules Sitruk) è un ragazzo israeliano che vive spensierato i suoi 20 anni, con il sogno di scrivere canzoni. Vive a Tel Aviv, lontano da scontri, in una famiglia protettiva e amorevole: il padre è un ufficiale (Pascal Elbé), la madre, Orith (Emmanuelle Devos) è una dottoressa. Durante la visita per il servizio di leva, Joseph scopre di non essere il figlio biologico dei suoi genitori, poiché appena nato è stato scambiato per errore con Yacine Al Bezaaz (Mehdi Dehbi), palestinese dei territori occupati della Cisgiordania. Yacine, ebreo per nascita, è stato allevato da Leila (Areen Omari) in una famiglia palestinese, ed ora studia Medicina a Parigi, immaginando la costruzione di un ospedale nella propria terra. La rivelazione getta nel caos le rispettive famiglie che provano a incontrarsi e a interrogarsi sulle rispettive identità e convinzioni, nonché sul senso dell’ostilità che continua a dividere i due popoli…

 


Download scheda di approfondimento

  Il figlio dell'altra (121,0 KiB, 325 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

CHE STRANO CHIAMARSI FEDERICO

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.5/10 (4 votes cast)
23_CSCF

di: E. Scola con: T. Lazotti G. Forges Davanzati
Durata 90 min
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30

MARTEDI’ 08 APRILE 2014

E’ il 1939. Un narratore (Vittorio Viviani) racconta l’arrivo a Roma di Federico Fellini (Tommaso Lazotti) che, appena diciannovenne, inizia a collaborare con il giornale satirico “Marc’Aurelio”, come sceneggiatore per diversi registi, e di lì a poco incontra alcuni dei futuri compagni di viaggio, come Alberto Sordi e Marcello Mastroianni. Arriviamo al 1948 e anche il giovane Ettore Scola (impersonato nel film da Giulio Forges Davanzati) entra a far parte del giornale e ben presto fa la conoscenza di Fellini. Tra i due nasce una profonda amicizia e memorabili sono i pellegrinaggi notturni in auto, con Scola come fedele accompagnatore, e personaggi presi dalla strada come passeggeri e interlocutori, l’occasione per affidare alla vera voce del regista – rubata ad alcune interviste – i suoi pensieri sull’arte, sul cinema, sulle donne…

 


Download scheda di approfondimento

  Che strano chiamarsi Federico (113,9 KiB, 394 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube