Monthly Archives: ottobre 2012

MAGNIFICA PRESENZA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.6/10 (7 votes cast)

ITALIA, 2012
Regia: Ferzan Ozpetek
Interpreti: Elio Germano, Margherita Buy
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30
Commedia. Durata 115 m.

MARTEDI’  6 NOVEMBRE  2012

Pietro Ponte (un “magnifico” Elio Germano), 28 anni, arriva a Roma dalla Sicilia con un unico grande sogno: fare l’attore. Tra un provino e l’altro, sbarca il lunario sfornando cornetti tutte le notti. E’ un ragazzo timido e solitario; l’unica compagnia è quella della cugina Maria (un’esilarante Paola Minaccioni), apprendista avvocato dalla vita sentimentale molto piena. Dividono provvisoriamente lo stesso appartamento, legati da un rapporto di amore e odio, in una quotidianità che fa scintille. Un giorno Pietro trova, finalmente, una casa tutta per sé: un appartamento d’epoca, dotato di un fascino particolare. Entusiasta della casa (e di una vita ancora tutta da realizzare), si accorge molto presto di non essere solo e di condividere il suo spazio con misteriosi inquilini che ‘appaiono’ e ‘scompaiono’.Espandi/Comprimi...»


Download scheda di approfondimento

  Magnifica presenza (206,5 KiB, 452 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

Le ‘presenze’ sono ombre di attori di un’altra epoca e di un’altra storia: i membri della compagnia teatrale “Apollonio”, famosi negli anni del fascismo. In quell’appartamento si erano nascosti per sfuggire alla polizia del regime (gli attori collaboravano con la Resistenza) e lì avevano trovato la morte. Nessuno dei fantasmi è consapevole di essere tale, crede anzi di vivere ancora nel 1943 (data della loro scomparsa) e di aver trovato in Pietro la persona che permetterà loro di fuggire. Prigionieri del passato, la compagnia chiede a Pietro di aiutarli a recuperare la libertà perduta… Powered by Hackadelic Sliding Notes 1.6.5

CESARE DEVE MORIRE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.5/10 (2 votes cast)

ITALIA, 2012
Regia: Paolo e Vittorio Taviani
Interpreti: Cosimo Rega, Salvatore Striano
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30
Docufilm/Drammatico. Durata 76 m.

MARTEDI’ 30 OTTOBRE 2012

CESARE DEVE MORIRE non è un documentario, e non è neppure teatro adattato per lo schermo: è un puro distillato del cinema e delle tematiche dei due registi, i fratelli Taviani. Segue i laboratori teatrali realizzati dentro il carcere di Rebibbia dal regista Fabio Cavalli, attore e autore teatrale, direttore artistico del “Centro Studi Enrico Maria Salerno”, qui alle prese con una versione del classico shakespeariano interpretato dai detenuti. Sono spacciatori, camorristi, ergastolani, alle prese con un testo che parla di tradimenti, di onori e di rivoluzioni tradite: tutti temi che li coinvolgono da vicino, che ognuno interpreta con la rabbia e l’energia che si porta dentro. Si seguono le loro prove e la messa in scena finale del “Giulio Cesare” di William Shakespeare, ma anche le vite dei detenuti nelle loro celle. Espandi/Comprimi...»


Download scheda di approfondimento

  Cesare deve morire (127,6 KiB, 470 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

I fratelli Taviani erano certamente consapevoli delle numerose testimonianze, in gran parte documentaristiche, che anche in Italia hanno mostrato, a chi non ha mai messo piede in un carcere, come il teatro rappresenti un strumento principe per il percorso di reinserimento del detenuto. I Taviani scelgono la strada del work in progress utilizzando coraggiosamente uno smagliante bianco e nero. L’originalità della loro ricerca sta nella cifra quasi pirandelliana con la quale cercano la verità nella finzione. Questi uomini, che mettono la loro faccia e anche la loro fedina penale (sovrascritta sullo schermo) in pubblico, si ritrovano, inizialmente in modo inconsapevole, a cercare e infine a trovare se stessi nelle parole del poeta divenute loro più vicine grazie all’uso dell’espressione dialettale. Frasi scritte centinaia di anni fa incidono sul presente e ogni detenuto ‘sente’ e dice le battute come se sgorgassero dal suo intimo. Shakespeare a Rebibbia, interpretato dai detenuti della sezione alta sicurezza: il “Giulio Cesare” sembra scritto per loro, che conoscono la violenza e conoscono il “potere”. Sembra il “punto zero” di molti gangster movies che raccontano l’avvicendamento delle cupole, l’eliminazione di capi scomodi, i tradimenti. Ai fratelli Taviani riesce un miracolo: calare i versi del poema nella quotidianità dei reclusi di Rebibbia, come fossero i loro pensieri, il loro inconscio, la loro vita. Gli attori, tutti con condanne che vanno da 15 anni a fine pena mai, trovano la loro libertà nelle ore dedicate alle prove, per poi scontrarsi con la realtà nel momento in cui il secondino richiude la cella alle loro spalle. “Da quando ho incontrato l’arte, questa cella è diventata una prigione” è la frase emblematica che viene pronunciata da Cosimo Rega, uno dei protagonisti, parole che si incidono nell’anima.Powered by Hackadelic Sliding Notes 1.6.5

DRIVE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.0/10 (8 votes cast)

U.S.A., 2011
Regia: Nicolas Winding Refn
Interpreti: Ryan Gosling, Carey Mulligan
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30
Azione/Thrilling. Durata 104 m.

MARTEDI’ 23 OTTOBRE 2012

DRIVE è un coinvolgente ed emozionante noir, nella migliore tradizione hollywoodiana, che mescola, con grande autorialità, l’action movie anni ’70 con lo stile del cinema europeo.
Los Angeles. L’uomo (Ryan Gosling) non ha nome, non ha passato, ed il futuro è un’altra storia. Non ha un’identità, ma ha più di un lavoro. È un esperto meccanico in una piccola officina, fa lo stuntman per riprese automobilistiche nelle produzioni cinematografiche e accompagna rapinatori sul luogo del crimine, garantendo loro una fuga a tempo di record. Ora Driver (il pilota) avrebbe anche una nuova opportunità: correre nei circuiti professionistici. Un giorno l’uomo conosce la giovane ed indifesa Irene (Carey Mulligan), una vicina di casa, e diventa amico di suo figlio Benicio (Kaden Leos). Espandi/Comprimi...»


Download scheda di approfondimento

  Drive (172,5 KiB, 568 hits)

Trailer
Immagine anteprima YouTube

Irene è sposata e quando il marito, Standard (Oscar Isaac), esce dal carcere le cose si complicano. Standard ha dei debiti con dei criminali che minacciano la sua famiglia; Driver decide allora di fargli da autista per il colpo che dovrebbe sistemare la situazione. Le cose, però, non vanno come previsto …Powered by Hackadelic Sliding Notes 1.6.5

QUALCHE NUVOLA

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.3/10 (7 votes cast)

ITALIA, 2011
Regia: Saverio Di Biagio
Interpreti: Michele Alhaique, Greta Scarano
Orario: 18,00 – 20,15 – 22,30
Commedia. Durata 99 m.

MARTEDI’ 16 OTTOBRE 2012

QUALCHE NUVOLA è una commedia romantica assai riuscita, che racconta con leggerezza, intelligenza e rara sincerità la vita di una borgata romana.
Diego (Michele Alhaique) è nato in uno di quei quartieri popolari ai margini della città (il Quadraro, a Roma), dove puoi scegliere, ma solo tra due strade: il lavoro o l’arte di “arrangiarsi”. Diego ha scelto quella del lavoro duro e del sapersi accontentare: i mattoni, il cantiere; mentre Ivan (Primo Reggiani), il migliore amico di Diego, ha scelto quella dei piccoli furti, dello spaccio e poi chissà. Diego “sta” con Cinzia (Greta Scarano), perché sono cresciuti insieme, sullo stesso pianerottolo. Per Cinzia la strada da scegliere è una sola, chiara e sicura da quando era bambina: fare figli, sposarsi, occuparsi della casa.Espandi/Comprimi...»


Download scheda di approfondimento

  Qualche nuvola (184,0 KiB, 424 hits)

 

 

Trailer
Immagine anteprima YouTube

Pretenziosa sognatrice, ha investito tutta la propria gioventù a fantasticare di una casa arredata ad hoc, pronta ad accogliere la numerosa famiglia che le darà Diego, unico uomo della sua vita. Per guadagnare qualche soldo in più e far fronte alle imminenti spese per il matrimonio, il ragazzo accetta un lavoro extra, la ristrutturazione di un grazioso appartamento nel centro storico abitato dalla bella e giovane Viola (Aylin Prandi), una ragazza di un altro mondo, quello del centro storico, con la passione per la fotografia, i vernissage e i locali alla moda. Ma chi ha detto che il sogno più grande sia per forza quello del matrimonio con la ragazza della porta accanto?…Powered by Hackadelic Sliding Notes 1.6.5

IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 3.8/10 (6 votes cast)
MARTEDI’ 9 OTTOBRE 2012
INAUGURAZIONE DELLA 22^ RASSEGNA CINEMATOGRAFICA
IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE

Siamo nella prima metà degli anni ‘30, nell’Italia contadina che osserva ancora con ammirazione il Duce al potere. La famiglia dei Vigetti ha tre figli: il piccolo e intelligente Edo, la formosa Sultana, da anni rinchiusa in camera aspettando delle mestruazioni sparite nel nulla, e l’affascinante, ma ignorante, Carlino (Cesare Cremonini, il cantante, ex-leader dei Lùnapop), Espandi/Comprimi...»


Download scheda di approfondimento

  Il cuore grande delle ragazze (181,7 KiB, 537 hits)

Trailer

Immagine anteprima YouTube

ragazzaccio amato da tutte le donne del paese perché in grado di incantare chiunque con il suo incredibile alito profumato di biancospino. Gli Osti, invece, sono dei ricchi proprietari terrieri con tre figlie, tutte da sposare: le due più bruttine, che nessuno vuole, Maria e Amabile, e la giovane e bellissima Francesca (Micaela Ramazzotti), figlia di secondo letto. Attraverso un ‘patto’ tra famiglie, gli Osti organizzano un matrimonio con i poveri Vigetti: Carlino dovrà sposare una delle due figlie attempate dell’Osti, in cambio di una moto Guzzi nuova di zecca e di un accordo privato con i suoi genitori per il mantenimento del podere per altri 10 anni. Carlino, però, finisce per innamorarsi, ricambiato, di Francesca, facendo andare l’intero piano a rotoli… Powered by Hackadelic Sliding Notes 1.6.5